Aforismario 

 

Buddhismo

Citazioni - Aforismario

Vedi anche: Buddha - Zen - Religione

 

Buddismo. Un'assurda forma di eresia perversamente praticata da circa tre quarti della razza umana.

Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

 

Il buddhismo è l'ateismo divenuto religione.
Albert Camus, Taccuini, 1935/59 (postumo 1962/89)

 

Il buddismo non è una fede, è un dubbio.

Gilbert Keith Chesterton, L'uomo che fu Giovedì, 1908

 

Tutto il buddismo è basato sulla possibilità di liberarsi dalla sofferenza, di liberarsi da sé e di essere solo in grado di liberarsi.

Alexandra David-Néel

 

È una delle glorie del buddhismo fare sempre appello alla ragione e alla scienza e non la fede cieca o all'autorità.

Alexandra David-Néel

 

Il buddhismo pone sullo stesso piano gli esseri di pari virtù e intelligenza, senza preoccuparsi del loro sesso.

Alexandra David-Néel

 

Al pari del buddhismo, il socialismo è stato dunque un movimento di massa « religioso », il quale, pur parlando in termini secolari e atei, mirava alla liberazione dell'umanità dall'egoismo e dalla brama di possesso.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

 

La pratica essenziale del buddhismo è la padronanza dello spirito. Ma, dato che non è facile e richiede uno sforzo assiduo, molti di noi le accordano soltanto un’importanza secondaria. Da una parte si ha fede nel buddhismo, ma dall’altra si è incapaci di affrontare la propria fede fino in fondo. Ci si accontenta di riti esteriori, di manifestazioni superficiali della devozione, di testi che si recitano solo con le labbra.

Tenzin Gyatso (Dalai Lama), I consigli del cuore, 2001

 

Il buddhismo, come altre religioni, include un certo numero di precetti che vengono studiati in modo speculativo e trasmessi da maestro a discepolo; ma sono i contemplativi che danno a tali precetti tutto il valore, facendone l’esperienza vivente.

Tenzin Gyatso (Dalai Lama), I consigli del cuore, 2001

 

Il Buddha è un maestro di cui la ripugnanza per le questioni infondate è non meno intensa di quella del più rigoroso fisico del XX secolo.

Aldous Huxley

 

Forse non c’è nel cristianesimo e nel buddhismo niente di così venerando come la loro arte di insegnare anche ai più umili a collocarsi, con la devozione, in un apparente ordine superiore delle cose, mantenendo nello stesso tempo l’accettazione dell’ordine effettivo, all’interno del quale vivono con notevole durezza – e proprio di questa durezza c’è bisogno!
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

 

Buddha dice: "Non adulare il tuo benefattore!". Si ripeta questa sentenza in una chiesa cristiana: all'istante purificherà l'aria di tutto quanto è cristiano.

Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

 

Il Buddhismo è cento volte più realista del Cristianesimo, ha ereditato un modo freddo e oggettivo di porsi i problemi; nasce dopo un movimento filosofico durato centinaia di anni; appena esso sorge, il concetto di “Dio” è già eliminato.

Friedrich Nietzsche, L'anticristo, 1888

 

Il Buddhismo è l’unica religione veramente positivistica che la storia ci mostri, anche nella sua teoria della conoscenza (un rigoroso fenomenalismo); esso non parla più di “lotta contro il peccato” bensì, e in ciò dando del tutto ragione alla realtà, di “lotta contro il dolore”.
anticristo.

Friedrich Nietzsche, L'anticristo, 1888

 

Nella dottrina di Buddha l’egoismo diviene un dovere: il principio “una sola cosa è necessaria”, il “come ti puoi liberare dalla sofferenza” regolano e circoscrivono tutta la dieta spirituale.

Friedrich Nietzsche, L'anticristo, 1888

 

Il Buddhismo non è una religione in cui si aspira semplicemente alla perfezione: la perfezione è la norma.
Friedrich Nietzsche, L'anticristo, 1888

 

La differenza fondamentale tra le due religioni della décadence: il Buddhismo non promette, ma mantiene; il Cristianesimo promette tutto e non mantiene nulla.
Friedrich Nietzsche, L'anticristo, 1888

 

Il brahmanesimo e il buddhismo hanno come caratteri fondamentali l'idealismo e il pessimismo: giacché riconoscono al mondo soltanto un'esistenza che somiglia al sogno e considerano la vita come una conseguenza della nostra colpa.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Ancor più che una religione, il buddhismo è un modo di vivere.
Tiziano Terzani, Un indovino mi disse, 1995

 

Quel che mi è sempre piaciuto del buddhismo è la sua tolleranza, l'assenza del peccato, la mancanza di quel peso sordo che noi occidentali, invece, ci portiamo sempre dietro e che in fondo è la colla della nostra civiltà: il senso di colpa.

Tiziano Terzani, Un indovino mi disse, 1995

 

Nei paesi buddhisti niente è mai terribilmente riprovevole, nessuno ti rinfaccia mai qualcosa, nessuno ti fa mai una predica o cerca di darti una lezione. Per questo sono piacevolissimi e fanno sentire a loro agio tanti giovani viaggiatori occidentali, in cerca appunto di libertà.

Tiziano Terzani, Un indovino mi disse, 1995

 

Capire il buddhismo Capire il buddhismo
Autore Malcolm D. Eckel

Traduttore A. Pini
Editore Feltrinelli, 2007

"Capire il buddismo" costituisce una succinta e accessibile introduzione a una delle grandi tradizioni religiose e culturali del mondo. Il libro è organizzato intorno a nove temi chiave: le origini e lo sviluppo storico, gli aspetti del divino, i testi sacri, le persone sacre, i principi etici, gli spazi sacri, il tempo sacro, la morte e l'aldilà, la società e la religione. Ciascuno di questi temi è arricchito con citazioni oppure con riassunti di testi storici, accompagnati da un commento d'autore che spiega il significato di ciascun testo o lo colloca nel suo contesto.

  

Citazioni per autore - Citazioni per argomento

Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su

Facebook - Twitter