Aforismario 

 

Cattiveria

Vedi anche: Cattivo

 

Fai in modo di non sentire la cattiveria degli uomini, ma di apprezzare la loro bontà.

Romano Battaglia, Il fiume della vita, 1992

 

Selce. Sostanza molto usata nella fabbricazione dei cuori umani.

Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

 

Disumanità. Caratteristica tipica degli esseri umani.

Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

 

La bontà è quasi sempre un gesto letterario; la cattiveria è un sentimento umano.

Libero Bovio, Don Liberato si spassa, 1937

 

Alcuni raggiungono la loro massima cattiveria nel silenzio.

Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

 

La malizia è un' arguzia della cattiveria.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

 

La cattiveria la puoi trovare anche nell'ultima delle creature, ma quando Dio ha fatto l'uomo doveva avere il diavolo accanto.
Cormac McCarthy, Meridiano di sangue, 1985

 

La cattiveria nasce da sentimenti negativi come la solitudine, la tristezza e la rabbia. Viene da un vuoto dentro di te che sembra scavato con il coltello, un vuoto in cui rimani abbandonato quando qualcosa di molto importante ti viene strappato via.

Ryū Murakami, Tokyo soup, 1997

 

Gli insetti pungono non per cattiveria, bensì perché vogliono vivere anch'essi: così anche i nostri critici; essi vogliono il nostro sangue, non il nostro dolore.

Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

 

C’è una baldanza della bontà che si presenta come cattiveria.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

 

Le invenzioni degli uomini si susseguono da un secolo all'altro. Lo stesso si può dire in generale della bontà e della cattiveria del mondo.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

 

Credo nella bontà dell'uomo, ma mi fido più della sua cattiveria.

Alfred Polgar (Fonte sconosciuta)

 

La nostra bontà non è che la nostra cattiveria che dorme.

Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

 

Un miscuglio di verità e menzogna produrrà sempre soltanto menzogna, un miscuglio di forza e debolezza sempre soltanto debolezza, di bontà e cattiveria sempre soltanto cattiveria. Perché solo il segno negativo è determinante, e la differenza tra l'algebra e la psicologia consiste nel fatto che in quest'ultimo caso due segni negativi non danno mai un risultato positivo.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

 

Una donna è senz'altro in grado di sostituire adeguatamente con la cattiveria il coraggio che le manca per suicidarsi.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

 

La cattiveria rende l’uomo infelice, e la virtù lo rende felice
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

 

Ne deriva una serenità durevole e la libertà se si sono rimosse le cause dell’irritazione o del timore. Al posto dei piaceri e degli allettamenti che sono meschini effimeri e dannosi, subentra una gioia immensa imperturbabile e costante e poi la pace e l’armonia dell’anima e la grandezza unita alla bontà. La cattiveria, infatti, nasce sempre dalla debolezza.
Lucio Anneo Seneca, Sulla felicità, I sec.

 

Meglio la cattiveria di un uomo che la bontà di una donna,
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

 

Dietro un’apparente cattiveria può nascondersi, a volte, una persona davvero malvagia.

Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

 

Per quella che è la mia esperienza, non posso che confermare quanto già notato da altri prima di me, e cioè che la stupidità procura piú danni al prossimo di quanto non faccia la cattiveria stessa. Ma a quest’osservazione oserei aggiungerne un’altra – non saprei dire quanto originale –, ed è che seppure la malvagità non sempre coincide con la stupidità – anzi, la grande malvagità è piú spesso legata a una non trascurabile intelligenza –, la congenita possente stupidità ha sempre in sé qualcosa di cattivo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

 Malvagità - Malignità

Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su