Aforismario 

 

Critica

Vedi anche: Critico

 

Le seguenti riflessioni sulla critica sono suddivise in tre paragrafi, ognuno dei quali individua un particolare aspetto del termine: il primo paragrafo fa riferimento alle critiche personali e morali che si ricevono o che si fanno sugli altri (di solito giudizi sfavorevoli sul comportamento e biasimo di presunti difetti); il secondo paragrafo fa riferimento alla critica d'arte e al giudizio sulle opere dell'ingegno umano (a completamento di questo paragrafo, si veda anche il link sui critici di professione posto qui in alto); il terzo paragrafo, infine, riguarda l'autocritica, cioè il giudizio (che si spera più obiettivo possibile)  rivolto a sé stessi e al proprio operato.

1. Critiche morali e personali

Non preoccuparti delle critiche. Se non sono vere, ignorale; se sono ingiuste evita di irritarti; se sono ignoranti, sorridi; se sono giustificate, impara da esse.

Anonimo

 

Per ogni azione, c'e' un'uguale e contraria critica.
Arthur Bloch, Postulato di Harrison, La legge di Murphy II, 1980

 

È facile criticare giustamente; e difficile eseguire anche mediocremente.

Denis Diderot, Discorsi sulla poesia drammatica, 1758

 

Proviamo riconoscenza più verso un nemico che per calcolo ci loda che verso un amico che a ragione ci critica.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

 

La critica è indulgente coi corvi e si accanisce con le colombe.
Decimo Giunio Giovenale, Satire, II sec.

 

Chi può fare e fa, non ha né tempo né voglia di troppo criticare ciò che fanno gli altri.

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

I novantanove centesimi della critica che si fa tra gli uomini non nasce già dall'amore del vero, ma da presunzione, arroganza, acrimonia, litigiosità, astio gelosia.

ibid.

 

La critica è, di regola, l'arte di acquistar credito e autorità alle proprio preferenze.

ibid.

 

La critica è un'imposta che l'invidia percepisce sul merito.

Pierre-Marc-Gaston de Lévis, Massime e riflessioni, 1808

 

Quando qualcuno esprime un'opinione, bisogna saperla accettare con gratitudine anche se non sembra utile. Solo a questa condizione costui vi farà partecipi di ciò che ha sentito di voi. È bene fare e accettare critiche in modo amichevole.

Yamamoto Tsunetomo, Hagakure, 1709-1716 (postumo 1906)

 

2. Critica artistica e letteraria

La critica è una spazzola che non si può usare sulle stoffe leggere, dove porterebbe via tutto.

Honoré de Balzac, Le illusioni perdute, 1843

 

La critica striscia e la creazione vola.

Gian Piero Bona, Passeggiata con il diavolo, 1983

 

Nessuno, ch’io sappia, ha studiato sinora la fisiopatologia della critica. Si dovrebbe.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

 

- Ti è piaciuto lo spettacolo di ieri sera?
- Non lo so, non ho ancora letto le critiche.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

 

Abbandonate la piccola e facile critica dei difetti per la grande e difficile critica delle bellezze.

François-René de Chateaubriand, Scritti letterari, 1834

 

La critica è un fucile molto bello: deve sparare raramente!

Benedetto Croce (Fonte sconosciuta - cit. in Gino Doria, Venticinque aneddoti crociani, 1936).

 

Il malumore è il padre della critica letteraria; l'ammirazione è solo la sua madrina.

Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

 

L'imparzialità critica può fondarsi solo sulla lucida consapevolezza del pregiudizio che ordina la nostra personale visione.
ibid.

 

Ante mortem ne laudes hominem quemquam. "Prima della morte non bisogna lodare nessun uomo" (Bibbia). Chi desidera, quindi, il consenso della critica abbia il buon gusto almeno di morire.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

 

Si fa della critica quando non si può fare dell'arte, nello stesso modo che si diventa spia quando non si può fare il soldato.
Gustave Flaubert, Epistolario, 1830/80 (postumo)

 

Oggi la critica è l'arte di cui abbiamo più bisogno.

William Gaddis, Le perizie, 1955

 

Meglio l'elogio della critica, ma meglio la critica del silenzio.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

 

Contro la critica non ci si può né proteggere né difendere; bisogna agire a dispetto di essa, e questo essa mostra di essere sempre più disposta ad accettarlo.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

 

La critica sembra Ate: perseguita gli autori, ma zoppicando.
ibid.

 

Nessuna nazione ha una critica se non nella misura in cui possiede opere pregevoli, valide ed eccellenti.
ibid.

 

Solitamente le critiche teatrali sono spietati elenchi di peccati che uno spirito maligno rinfaccia a mo' di rimprovero ai poveri ladroni senza offrir loro una mano per guidarli su una strada migliore.
ibid.

 

Quand'ebbe creato il mondo, il Padre Eterno lo giudicò, dicendolo buono; il che prova che la critica è coeva della creazione.

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

Criticare è valutare, impadronirsi, prendere possesso intellettuale, insomma stabilire un rapporto con la cosa criticata e farla propria.
Henry James, Le prefazioni, 1907-1909

 

Meglio essere attaccato che passare inosservato. Perché la peggiore cosa che si possa fare a uno scrittore è non parlare delle sue opere.

Samuel Johnson, in James Boswell, Vita di Samuel Johnson, 1791 (postumo)

 

Spesso la critica non è una scienza; è un mestiere in cui occorre più salute che intelletto, più fatica che capacità, più abitudine che genialità. Se proviene da un uomo che abbia meno discernimento che lettura, e si esercita su taluni argomenti, corrompe sia i lettori sia lo scrittore.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

 

Scoprire piccoli errori è stata sempre la dote di teste poco o nient'affatto al di sopra della mediocrità. Gli uomini superiori tacciono o dicono solo qualcosa sull'insieme; i grandi spiriti creano e non criticano.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

 

Tra le maggiori scoperte fatte negli ultimi tempi dall'intelligenza umana va annoverata, a mio parere, l'arte di giudicare i libri senza averli letti.

ibid.

 

La critica non ha mai rivelato un grande scrittore o autore drammatico ai suoi primi passi e ha sempre soltanto cercato di demolirlo quando lo vedeva circondato dal favore del pubblico. Salvo poi a prostituirsi in salamelecchi ufficiali quando lo scrittore era ormai una gloria certa.
Mario Mariani, Per l'ultima volta, 1922

 

La gente ti chiede una critica, ma in realtà vuole soltanto una lode.

William Somerset Maugham, Schiavo d'amore, 1915

 

Senso critico è la facoltà di individuare le insufficienze degli altri.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

 

La critica può essere importante, illuminante, e anche fruttuosa, senza essere tuttavia valida.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

 

Nulla deve essere considerato esente da critica: neppure questo stesso principio del metodo critico.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

 

Ogni supposizione può, in linea di principio, essere criticata. E nel fatto che chiunque può esercitare la critica consiste l'oggettività scientifica.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

 

Mentre nel campo dell'arte la critica che più importa è l'autocritica
creativa dell'artista, la critica nella scienza non si limita all'autocritica, ma è anche critica attraverso un lavoro comune: se ad un indagatore della natura sfugge un errore o egli tenta di nasconderlo - cosa che fortunatamente capita davvero di raro - quest'errore viene scoperto quasi sempre con il tempo da altri studiosi. Perché proprio in questo consiste il metodo della scienza: nell'autocritica e nella critica reciproca.
Karl Popper, Alla ricerca di un mondo migliore, 1984

 

Ogni genere di produzione artistica sfida necessariamente la critica. Perché è nella natura del prodotto artistico arrogarsi volontà creativa e forza creativa, e quindi in un certo senso divinità. E poiché il divino è qualcosa di assoluto mentre qualsiasi genere di produzione artistica, anche il più alto, rappresenta sempre qualcosa di relativo, in linea di principio la critica ha sempre ragione; ma in pratica spesso in modo piuttosto banale, e quasi sempre nel punto sbagliato.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

 

Ci sono due specie di critiche, l'una che s'ingegna più di scorgere i difetti, l'altra di rivelar le bellezze. A me piace più la seconda che nasce da amore, e vuol destare amore che è padre dell'arte; mentre l'altra mi pare che somigli a superbia, e sotto colore di cercare la verità distrugge tutto, e lascia l'anima sterile.
Luigi Settembrini, Lezioni di letteratura italiana, 1866/72

 

Se la critica de' mediocri striscia, quella de' grandi vola colla poesia nelle altezze più splendide.
Niccolò Tommaseo, Sull'educazione, 1834

 

È facile criticare un autore, ma è difficile valutarlo.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

 

Dove comincia la critica cessa la creatività, così come quando si fanno troppi inventari vuol dire che la produzione ristagna.

Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

 

Un’epoca che non possiede critica è anche un’epoca in cui l’Arte è immobile, ieratica, e confinata alla riproduzione di tipi formali, o un’epoca che non possiede Arte del tutto.

Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

 

Non si è mai data un’epoca creativa che non sia stata anche critica. Poiché è la facoltà critica che inventa forme nuove. La tendenza della creazione è quella di ripetersi.

ibid.

 

La critica è in sé stessa un’arte.

ibid.

 

La critica richiede infinitamente più cultura di quanta ne produca la creazione.
ibid.

 

Come la creazione artistica implica il lavoro della facoltà critica, tanto che senza di essa non si può dire neppure che esista, così la critica è creativa nel più alto senso della parola.

ibid.

 

Non v’è Arte bella senza autoconsapevolezza, e l’autoconsapevolezza e lo spirito critico sono una cosa sola.
ibid.

 

La critica è più facile dell'arte.

Zeusi, in Plinio il Vecchio, Storia naturale, I sec.

 

3. Autocritica

Quando le donne fanno autocritica, scoprono la bellezza dei difetti.
Valeriu Butulescu, Aforismi, 2002

 

L'autocritica è credibile solo se poggia su qualcosa di inequivocabilmente reale: su una cattiva azione che abbiamo commesso davvero, su intenzioni abiette, su un fallimento, su una disgrazia che abbiamo provocato o che avremmo potuto impedire.
Elias Canetti, Un regno di matite, 1996

 

L'autocritica è una sottile forma di orgoglio.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

 

Il senso autocritico è il cerbero della mente, sempre in agguato per aggredire e sbranare le idee insensate e futili che cercassero di insinuarsi (senonché talvolta dorme).
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

 

L'autocritica è un mezzo di superare se stessi. L'artista che non analizza e non distrugge continuamente la sua tecnica è un poveretto
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

 

Gli eroi sono più inclini all'autocitazione che all'autocritica.
Peter Schneider, Dopo il Muro, 1992

 

L'autocritica ci è necessaria come l'aria
Stalin, Rapporto all'Assemblea dell'attivo dell'organizzazione di Mosca, 1928

 

Io sono nauseato di me, odioso a me stesso; provo ribrezzo e schifo di me stesso, mi sento un essere abominevole, ossia io per me non sono mai abbastanza, non faccio mai abbastanza. Da questi sentimenti nasce l'autodistruzione e l'autocritica. La religiosità comincia col rinnegamento di sé e si conclude con il compimento della critica.
Max Stirner, L'unico e la sua proprietà, 1844

 

Proverbi

A criticare tutti sono buoni.

 

E` più facile criticare che far meglio.

 

Criticare è un’arte facile.

 

Chi non fa, critica.

 

Chi non sa fare si mette a criticare.

 

Chi vuol essere criticato prenda moglie e chi vuol essere lodato muoia.

 

La critica è facile, difficile è l’arte.

 

La critica è l’arte di chi non sa fare.

 

La critica è più facile dell’arte.

 

Si preferisce un complimento falso a una critica sincera.

Leggi anche frasi su questi argomenti:

 Giudizio degli altri - Giudicare - Recensione

Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su