Aforismario 

 

Nobiltà

Aforismi e citazioni - Aforismario

Vedi anche: Nobiltà d'animo - Sovrano - Principe

 

Nobiltà, fortuna, un posto nel mondo: ciò che vi rende tanto superbi. Che avete fatto per avere tanti beni? Vi siete data la fatica di nascere, e niente più.

Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais, Il matrimonio di Figaro, 1778/84

 

La nobiltà si considera come un obelisco, del quale la punta è il principe, la base il popolo.

Ludwig Börne, Frammenti e aforismi, 1840 (postumo)

 

Un nobile degenerato, o chiunque sia orgoglioso della sua nascita, è come una rapa, che soltanto sottoterra ha qualcosa di buono.

Samuel Butler, Taccuini, 1912 (postumo)

 

Non acquistandosi questa nobiltà né per ingegno né per arte, è piuttosto laude dei nostri antecessori che nostra propria.

Baldassarre Castiglione, Cortegiano, 1528

 

Se della virtù ti farai un modello e ti pregierai delle azioni eccellenti, non avrai invidia dei principi e dei signori: perché il sangue si eredita e la virtù si acquista: e questa basta da per sé sola, ciò che non può dirsi della nobiltà. 

Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, 1605/15

 

I borghesi, per ridicola vanità, fanno delle loro figlie concime per le famiglie nobili.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

 

Possiamo parlare come vogliamo di gigli e leoni rampanti, e spargere aquile in campi d'oro e d'argento; ma se l'araldica fosse guidata dalla ragione, un aratro in un campo da coltivare sarebbe lo stemma più nobile e antico.

Abraham Cowley, Sull'agricoltura, 1650

 

Ciò che rende patetico un nobile decaduto è lo sforzo di non sembrarlo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

 

Quella piccola lucertola triste mi disse che era un brontosauro per parte di madre. Io non risi; le persone che si vantano degli antenati spesso hanno ben poco d’altro cui appoggiarsi. Assecondarle non costa niente e accresce la felicità in un mondo dove la felicità scarseggia sempre.

Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

 

Non bisogna affliggersi di non esser nati in una condizione più elevata della propria. Tutte le condizioni presentano amarezze e pene. L’apparenza della nobiltà salta agli occhi e sembra seducente. Se la si vedesse all’interno o in fondo, forse non impressionerebbe tanto.
Damien Mitton, Pensieri sull'onestà, 1694 (postumo)

 

Quelli che nascono da nobili famiglie sono costantemente rispettati, il loro nome, da solo, è una sorta di grande elogio. Non esiste maggior privilegio fra gli uomini.
Damien Mitton, Pensieri sull'onestà, 1694 (postumo)

 

Solo una nobile nascita e la gloria militare attirano l’attenzione e la stima degli uomini. Ogni altro merito è, per così dire, scialbo e debole e viene a malapena preso in considerazione.
Damien Mitton, Pensieri sull'onestà, 1694 (postumo)

 

Deferenza significa: «Scomodatevi». In apparenza si tratta di una cosa vana, ma è molto giusta, perché vuol dire: «Mi scomoderei certamente se ne aveste bisogno, dal momento che lo faccio senza che ciò vi serva», e inoltre la deferenza esiste per distinguere i nobili. Ora, se deferenza significasse rimanere in poltrona, tutti ne godrebbero e così nessuno verrebbe onorato. Scomodandosi ben si sottolinea una differenza.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

 

Per comandare un vascello non si sceglie il passeggero di casato più nobile.

Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

 

La nobiltà è davvero un gran vantaggio se mette in condizione un uomo di diciotto anni di essere conosciuto e rispettato come un altro potrebbe esserlo solo a cinquanta. Trent'anni guadagnati senza fatica.

Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

 

La nobiltà o il denaro sono soltanto lo zero che moltiplica il valore.

Marcel Proust, Sodoma e Gomorra, 1921/22 

 

La superbia è un male comune dei nobili.

Gaio Sallustio Crispo, Bellum Iugurthinum, I sec. a.e.c.

 

Coloro che sono tanto sciocchi da gloriarsi solamente per la propria nobiltà disprezzano, in qualche modo, quel che li ha resi nobili, poiché è solo il valore dei loro avi ad aver fatto la nobiltà del loro sangue.
Madeleine de Souvré de Sablé, Massime, 1678 (postumo)

 

La nascita della nobiltàLa nascita della nobiltà
Lo sviluppo delle élite politiche in Europa
Autore Karl F. Werner

Editore Einaudi, 2000

 

Quale processo ha portato alla nascita della nobiltà, una struttura sociale che ha saputo resistere per secoli, dando vita e forma al mondo occidentale? Le élite che hanno dominato il continente europeo hanno radici comuni.

 

Citazioni per autore - Citazioni per argomento

Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su

 Facebook - Twitter