Aforismario 

 

Sapienza

Vedi anche: Saggezza

 

Vivere, soffrire, morire: tre cose che non s'insegnano nelle nostre università e che tuttavia racchiudono in sé tutta la sapienza necessaria all'uomo.

Paul Auguez, Moderno e rococò, 1854

 

Le tigri dell'ira sono son più sagge dei cavalli della sapienza.

Saul Bellow, Il re della pioggia, 1984

 

Chi aumenta sapienza aumenta dolore.

Giordano Bruno, De gli eroici furori, 1585

 

Gli uomini più sapienti non sono stati i più saggi.

Geoffrey Chaucer, I racconti di Canterbury, 1386/1400 (postumo e incompiuto 1478)

 

Poiché un problema nuovo nasce sempre da un problema risolto, la sapienza non consiste nel risolvere problemi ma nell'addomesticarli.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

 

Là dov'è molta sapienza e molto dolore.
Ecclesiaste, Antico Testamento, sec. IV-III a.e.c.  

 

Chi non sa quanto pochi sono i sapienti, se pur qualcuno ve n'è? In tanti secoli i Greci ne contano in tutto sette, e anche di questi, per Ercole, se si andasse a guardare meglio, nessuno, ho paura, risulterebbe sapiente a metà, e forse neppure per un terzo.
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

 

Il sapiente che non è in grado di giovare a se stesso, inutilmente sa.

Ennio Quinto, Medea, III sec. a.e.c.

 

La filosofia è la ricerca d'una sapienza che ha per fine la dimostrazione della nostra piccolezza.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

 

Il saccente è un saputo che si dà le arie di sapiente.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

 

La differenza tra il sapiente e il saccente è che il sapiente sa, il saccente crede di sapere.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

 

La saggezza è scienza della vita; la sapienza, arte.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

 

Hanno a disposizione la sapienza di millenni ma la barattano per un reality show.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

 

Non essere orgoglioso della tua intelligenza, che ti è stata data. I semplici hanno intelligenza e sapienza nascoste.

Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

 

Sapiente viene da sapere o da sapore? E sapere e sapore non esprimono qualcosa di analogo? Il sapiente ha sapore, il sapore è sapiente.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

 

Gli ignoranti sollevano questioni a cui i sapienti hanno già risposto da mille anni.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

 

Gli pseudosapienti pensano soltanto a trarre al più presto possibile, da ogni nuova scoperta, qualche vantaggio per sé, cercando di procurarsi una vana celebrità ora nel propagarla ora nell'accrescerla ora nel correggerla, nel prenderne rapidamente possesso, forse addirittura col dichiararsene autori, e con tali immaturità rendono la vera scienza incerta e confusa, anzi ne turbano chiaramente la più bella conseguenza, la sua fioritura pratica.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

 

A volte la sapienza più grande consiste nel non sapere o nel fingere di non sapere.

Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

 

Anche il più grande dei sapienti può cadere in un errore, ma non in due; e si badi che potrà cadervi casualmente, ma non fermarvisi.
ibid.

 

I più sapienti sono anche i più facili da ingannare perché, sebbene sappiano le cose straordinarie della vita, ne ignorano poi le ordinarie, che sono in fondo le più necessarie. La contemplazione delle cose sublimi non lascia loro tempo per quelle puramente manuali; e siccome ignorano le prime cose che dovrebbero sapere e nelle quali tutti gli altri sono tanto esperti da saper dividere in quattro un capello, o sono ammirati o sono tenuti per ignoranti dal volgo superficiale.

ibid.

 

Il sapere e il valore concorrono entrambi a dar grandezza. Sono due grandi doti e rendono immortali: uno vale tanto quanto sa, e il sapiente può tutto. Un uomo privo di istruzione è un mondo al buio. Consiglio e forza; occhi e mani: senza valore, la sapienza è sterile.
ibid.

 

Il vero sapiente è colui che sa di non sapere.
ibid.

 

La filosofia gode scarso credito, anche se è la più eccelsa attività dei sapienti.
ibid.

 

La sapienza più grande consiste a volte nel non sapere o nel fingere di non sapere.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

 

Non spinger mai all'estremo né il male né il bene. Un antico sapiente ridusse tutta la sapienza alla semplice moderazione.
ibid.

 

Vi sono scorciatoie por giungere alla scienza; non vi sono per giungere alla sapienza.

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

La sapienza è figliola dell'esperienza.

Leonardo da Vinci, Codici Forster, 1493/1505

 

La somma filicità sarà somma cagione della infelicità, e la perfezion della sapienza cagion della stoltizia.

Leonardo da Vinci, Codice Atlantico, 1478-1518

 

Beato l'uomo che ha trovato la sapienza e il mortale che ha acquistato la prudenza, perché il suo possesso è preferibile a quello dell'argento e il suo provento a quello dell'oro.

Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

 

L'insolenza provoca soltanto contese, la sapienza si trova presso coloro che prendono consiglio.
ibid.

 

La sapienza di una massaia costruisce la casa, la stoltezza la demolisce con le mani.
ibid.

 

Se sei sapiente, lo sei a tuo vantaggio, se sei beffardo, tu solo ne porterai la pena.

ibid.

 

Sulle labbra dell'assennato si trova la sapienza, per la schiena di chi è privo di senno il bastone.
ibid.

 

Se la ricchezza è un bene desiderabile in vita, quale ricchezza è più grande della sapienza, la quale tutto produce?

Libro della Sapienza, Antico Testamento, I sec. a.e.c.

 

Dove c'è molta sapienza, lì c'è molto dolore.

Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

 

La sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio.

Paolo di Tarso, Lettere ai Corinzi, I sec.

 

Un uomo, se possiede la vera sapienza, sa godere dell’intero spettacolo del mondo da una sedia, senza saper leggere, senza parlare con nessuno, solo con l’uso dei sensi e con l’anima che non sappia essere triste.

Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

 

È difficile che s'incontri un sapiente che non sia scettico: il sapiente sa tanto poco, e sa quanto sforzo gli costa quel poco.

Jules Tannery, Pensieri, 1911 (postumo)

Conoscenza - Cultura - Sapere
Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su