Aforismario 

 

Scuola

Aforismi e citazioni - Aforismario

Vedi anche: Istruzione - Insegnamento - Università

 

In una classe, l'insegnante si aspetta di essere ascoltato. Lo studente pure.

Ernest Abbé, Dell'educazione, 1996

 

Da oltre mezzo secolo i bambini, i ragazzi e i giovani vengono obbligati a starsene seduti, tra scuola e compiti, circa otto ore al giorno, e che, alla fine dei loro corsi di studi, a qualsiasi domanda culturale, il loro sguardo vaga smarrito o si esprime in un “boh!”

Silvano Agosti, Lettere dalla Kirghisia, 2004

 

La scuola oggi è incapace di sviluppare quelle competenze e quei talenti che sono oggi necessari per continuare ad appartenere a una società industriale avanzata. È talmente distaccata dalle vere esigenze del mondo del lavoro da essere diventata, in larga misura, una fabbrica di disoccupati con la laurea.
Piero Angela, Nel buio degli anni luce, 1977

 

Dalla culla e non dalla scuola deriva l'eccellenza di qualunque ingegno.

Pietro Aretino, Lettera al Coccio, XVI sec.

 

Mai nessuno sforzo amministrativo o scolastico sostituirà i miracoli del caso cui si debbono i grandi uomini.

Honoré de Balzac, Il cugino Pons, 1847

 

Le scuole sono soltanto fabbriche di imbecillità e di depravazione.

Thomas Bernhard, Un bambino, 1982

 

Forse non è a scuola che impariamo per la vita, ma lungo la strada di scuola.

Heinrich Böll, Cosa faremo di questo ragazzo?, 1981

 

Questo preoccuparmi troppo della scuola non fa altro che preoccuparmi... Persino le mie ansie hanno l'ansia...

Charlie Brown, in Charles M. Schulz, I Peanuts, 1950/2000

 

Odio la scuola. Mi fa impazzire. Appena imparo una cosa, vanno avanti con qualcos'altro.

Sally Brown, in Charles M. Schulz, Peanuts, 1950/2000

 

I meccanismi della costituzione democratica sono costruiti per essere adoprati non dal gregge dei sudditi inerti, ma dal popolo dei cittadini responsabili: e trasformare i sudditi in cittadini è miracolo che solo la scuola può compiere.
Piero Calamandrei, Contro il privilegio dell'istruzione, 1946

 

La scuola consegue tanto meglio il proprio scopo quanto più pone l'individuo in condizione di fare a meno di essa.

Ernesto Codignola, in John Dewey, Scuola e società, 1969 (Prefazione)

 

Gli esami sono terribili anche per i meglio preparati, perché il più stupido fra gli stupidi può fare domande a cui il più saggio fra gli uomini non è in grado di rispondere.

Charles Caleb Colton, Lacon, 1820/22

 

Se la scuola fosse più efficace, la televisione non sarebbe tanto potente.

John Condry, Ladra di tempo, serva infedele, 1993

 

Anziché ignorare la televisione, la scuola dovrebbe incoraggiare i bambini a discutere i programmi e le idee − buone e cattive − che essa comunica. La scuola dovrebbe elaborare dei programmi pedagogici per insegnare ai bambini ad essere telespettatori critici.

John Condry, Ladra di tempo, serva infedele, 1993

 

Diploma: permesso di dimenticare − o perlomeno − di non imparare più.

Georges Elgozy, Lo spirito delle parole o l'Antidizionario, 1981

 

Può dire di non essere mai andato a scuola chi non fu alla scuola del dolore.

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

L'entusiastica Fantasia ha sempre marinato la scuola.

William Hazlitt, Discorsi a tavola, 1821/22

 

La scuola è l'agenzia pubblicitaria che ti fa credere di avere bisogno della società così com'è.
Ivan Illich, Descolarizzare la società, 1971

 

In uno Stato nazionale, la scuola deve lasciare libero per l'educazione fisica un tempo di gran lunga maggiore. Non è necessario riempire i giovani cervelli d'una zavorra di cui, come insegna l'esperienza, riterranno solo la minima parte.

Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

 

La scuola fa male alla cultura perché non comunica. Perché il ceto del sottoproletariato intellettuale l'ha conquistata come proprio terreno di sicurezza economica sbattendosene della funzione. Lo schema che si ripete è quasi sempre lo stesso: studenti di fronte ad "educatori" spenti, preoccupati di finire un programma ministeriale, di riempire un registro, corollari fastidiosi alla vera occupazione della stesura dell'itinerario-vacanze.
Mina, su Liberal, 1999

 

Se la logica e la matematica prendessero il posto della religione e dell'astrologia nelle scuole e in televisione, il mondo diventerebbe gradualmente un luogo più sensato, e la vita più degna di essere vissuta.

Piergiorgio Odifreddi, Il matematico impertinente, 2005

 

Lo Stato mantiene le scuole perché i padri di famiglia le vogliono e perché lui stesso, avendo bisogno tutti gli anni di qualche battaglione di impiegati, preferisce tirarseli su a modo suo e sceglierli sulla fede di certificati da lui concessi senza noie supplementari di vagliature più faticose.

Giovanni Papini, Chiudiamo le scuole, 1914

 

Quasi tutti gli uomini che hanno fatto qualcosa di nuovo nel mondo o non sono mai andati a scuola o ne sono scappati presto o sono stati “cattivi” scolari.

Giovanni Papini, Chiudiamo le scuole, 1914

 

La scuola fa molto più male che bene ai cervelli in formazione.

Giovanni Papini, Chiudiamo le scuole, 1914

 

La scuola è così essenzialmente antigeniale che non ristupidisce solamente gli scolari ma anche i maestri.

Giovanni Papini, Chiudiamo le scuole, 1914

 

Bisogna chiuder le scuole – tutte le scuole. Dalla prima all’ultima. Asili e giardini d’infanzia; collegi e convitti; scuole primarie e secondarie; ginnasi e licei; scuole tecniche e istituti tecnici; università e accademie; scuole di commercio e scuole di guerra; istituti superiori e scuole d’applicazione; politecnici e magisteri. Dappertutto dove un uomo pretende d’insegnare ad altri uomini bisogna chiuder bottega.

Giovanni Papini, Chiudiamo le scuole, 1914

 

La scuola pubblica rimane oggi l'ultimo luogo della società di mercato in cui il bambino cliente debba pagare di persona, piegarsi al do ut des: sapere in cambio di studio, conoscenze in cambio di sforzi, accesso all'universalità in cambio dell'esercizio solitario della riflessione, una vaga promessa di futuro in cambio di una piena presenza in classe, ecco ciò che la scuola esige da lui.

Daniel Pennac, Diario di scuola, 2007

 

La scuola è fatta per avere il diploma. E il diploma? Il diploma è fatto per avere il posto. E il posto? Il posto è fatto per guadagnare. E guadagnare? È fatto per mangiare. Non c'è che il mangiare che abbia fine a se stesso, sia cioè un ideale. Salvo in coloro, in cui ha per fine il bere.

Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

 

Non potete aspettarvi che un ragazzo sia depravato, finché non ha frequentato una buona scuola.

Saki, A Baker's Dozen, 1910

 

C’è una forma di schiavitù che forse non finirà mai: quella dei bambini costretti a quattro o cinque ore di scuola ogni mattina appena svegli.

Giovanni Soriano, Maldetti. Pensieri in soluzione acida, 2007

 

Vera passione per la conoscenza in un giovane è quella che si mantiene viva nonostante la scuola.

Giovanni Soriano, Maldetti. Pensieri in soluzione acida, 2007

 

Finita la scuola “dell’obbligo”, i giovani sono finalmente liberi di scegliere tra la prigionia dell’università e la schiavitú del lavoro. Davvero una gran bella prospettiva.

Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

 

Adulti, i giovani lo divengono quando cinguettano come i vecchi; li s'incalza con la scuola, affinché imparino la vecchia lagna, e quando ce l'hanno ormai dentro, li si dichiara adulti.

Max Stirner, L'unico e la sua proprietà, 1844

 

Ogni istruzione seria s'acquista con la vita, non con la scuola.

Lev Tolstoj, Sull'istruzione pubblica, 1874

 

Dapprima Dio creò gli idioti. Per fare pratica. Poi creò i comitati scolastici.

Mark Twain, Seguendo l'equatore, 1897

 

Mio figlio è il primo della classe... entrando.

Gino Patroni (vedi: Battute sulla Scuola)

 

Si deve imparare, non per la scuola, ma per la vita.

Proverbio (vedi Proverbi sulla Scuola)

 

La cultura dell'educazioneLa cultura dell'educazione
Nuovi orizzonti per la scuola

Autore Jerome S. Bruner

Traduttore L. Cornalba
Editore Feltrinelli, 2002

 

Che cosa chiediamo alla scuola? Che semplicemente riproduca la cultura, ovvero la condivisione sociale del gusto e dei saperi, e uniformi i giovani a uno stesso stile? Oppure le chiediamo di dedicarsi all'ideale di preparare i giovani ad affrontare il mondo in evoluzione che dovranno abitare, senza sapere come esso sarà e cosa richiederà loro? Nell'affrontare il problema dell'educazione oggi, Bruner parte dalla questione fondamentale del funzionamento della mente, con i suoi vari modelli, poiché l'educazione non riguarda solo problemi scolastici tradizionali, ma è invece strettamente connessa con il particolare contesto cultural.

vedi anche: Frasi di Auguri per Diploma

 

Citazioni per autore - Citazioni per argomento

Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su

 Facebook - Twitter