Aforismario 

 

Vendetta

Vedi anche: Rivalsa

 

Il miglior modo di vendicarsi d'una ingiuria è il non rassomigliare a chi l'ha fatta.

Marco Aurelio, Pensieri, 166/79

 

La vendetta è una specie di giustizia primitiva alla quale, quanto più la natura umana ricorre, tanto più la legge dovrebbe mettere fine.

Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

 

Di certo, nel vendicarsi, un uomo è soltanto pari al suo nemico, ma ignorandolo gli è superiore poiché perdonare è da principe.

Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

 

Ci sono pelli corazzate con le quali il disprezzo non è più una vendetta.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887/1908)

 

Con l'avanzare dell'età, ci rendiamo conto che la vendetta è ancora la più sicura forma di giustizia.

Henry Becque, Note d'album, 1926 (postumo)

 

Vendicare. Nel linguaggio moderno, significa ottenere soddisfazione di un'offesa imbrogliando chi l'ha inflitta.

Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

 

Ci si vendica di una viltà, commettendone un'altra.

Petrus Borel, Le coffret d'ébène, XIX sec.

 

Dolce è la vendetta; specialmente per le donne.

George Gordon Byron, Don Giovanni, 1819/24 (incompiuto)

 

Maledetta sia la vendetta, e se massacrano il mio fratello prediletto non voglio vendetta, voglio altri uomini.

Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

 

Vendette giuste non ne esistono.

Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, 1605/15

 

Il savio non cerca affatto di vendicarsi dei suoi nemici, ma lascia questa cura alla vita.

Paul Courty, Poesie e pensieri, 1894 (postumo)

 

L'odio è cieco, la collera sorda, e colui che vi mesce la vendetta, corre pericolo di bere una bevanda amara.

Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo, 1844/46

 

Ecco un grande imbecille al quale vien tolta la sua bella di sotto al naso, e si contenta di piangere e di lamentarsi come un ragazzo: nonostante abbia occhi fulminanti come gli spagnoli, i siciliani e i calabresi, i quali sanno vendicarsi così bene.

Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo, 1844/46

 

Chi dice che la miglior vendetta è il perdono non ha mai subito un torto.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

 

"La miglior vendetta è il perdono." Ma solo per chi ha dimenticato
il torto subito.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

 

Non c'è vendetta che valga quanto l'oblio, giacché esso basta a seppellire il nemico nella polvere del suo nulla.

Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

 

La vendetta resta una pulsione orribile anche quando si gonfia di ragioni.

Massimo Gramellini, su LaStampa.it, 2011

 

Se uno ti porta via la moglie, non c'è peggior vendetta che lasciargliela.

Sacha Guitry, Elles et Toi, 1946

 

Il diritto è la vendetta che rinuncia.

Max Horkheimer e Theodor Adorno, Dialettica dell'illuminismo, 1947

 

Per debolezza si odia un nemico e si pensa a trarne vendetta; per pigrizia ci si calma e non ci si vendica affatto.

Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

 

La vendetta procede sempre dalla debolezza dell'animo, che non è capace di sopportare le ingiurie.

François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

 

Il sentimento della vendetta è così grato, che spesso si desidera d'essere ingiuriato per potersi vendicare, e non dico già solamente da un nemico abituale, ma da un indifferente, o anche, massime in certi momenti d'umor nero, da un amico.

Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

 

Se uno farà una lesione al suo prossimo, si farà a lui come egli ha fatto all’altro: frattura per frattura, occhio per occhio, dente per dente; gli si farà la stessa lesione che egli ha fatta all’altro.

Levitico, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

 

Che uno non possa difendersi e per conseguenza neanche lo voglia, ai nostri occhi non ridonda ancora a suo disdoro; ma noi disprezziamo colui che non ha né la capacità né la buona volontà di vendicarsi, — indipendentemente dal fatto che sia uomo o donna. Potrebbe una donna trattenerci (o come si dice «incatenarci») se non la considerassimo capace di maneggiare
bene, in determinate circostanze, il pugnale (qualunque specie di pugnale) contro di noi? O contro di sé: il che in un certo caso sarebbe la vendetta più dura (la vendetta cinese).
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

 

Concepire e porre in atto un pensiero di vendetta significa essere
presi da un violento accesso di febbre, che però passa; ma avere un pensiero di vendetta senza la forza e il coraggio di porlo in atto, significa portarsi addosso una sofferenza cronica, un avvelenamento del corpo e dell’anima. La morale, che tiene conto solo delle intenzioni, giudica i due casi in modo uguale; comunemente si giudica il primo caso peggiore (a causa delle cattive conseguenze che l’azione della vendetta porta facilmente con sé). Entrambe le valutazioni sono miopi.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

 

Nella vendetta e in amore la donna è più barbara dell'uomo.

Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

 

Se vi è stato fatto un grande torto, fatene subito cinque piccoli, per giunta! Orribile a vedersi è colui che in solitudine geme sotto il torto.

Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

 

Una piccola vendetta è più umana di nessuna vendetta.

Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

 

A rigor di termini, non esiste affatto qualcosa come la ritorsione o la vendetta. La vendetta è un'azione che si vorrebbe compiere quando e proprio perché si è impotenti: non appena questo sentimento di impotenza scompare, svanisce anche il desiderio di vendicarsi.
George Orwell, La vendetta è amara, su Tribune, 1945

 

Non c'è vendetta più bella di quella che gli altri infliggono al tuo nemico. Ha persino il pregio di lasciarti la parte del generoso.

Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

 

Vendicarsi di qualcuno! Fa' come se lo perdonassi - abbandonalo alle vendette della vita. Non c'è trascorrere di tempo che non infligga da sé, senza spinta da parte dell'offeso, cose atroci a ciascuno.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

 

Vendicarsi di un torto ricevuto è togliersi il conforto di gridare all'ingiustizia.

Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

 

La sofferenza per arbitrio altrui aggiunge un sapore amaro, affatto peculiare al dolore o al danno stesso, vale a dire la consapevolezza della superiorità altrui, sia mediante violenza sia mediante astuzia, di contro alla nostra impotenza. Al danno patito si rimedia col risarcimento, se ciò è possibile: invece quell'amara aggiunta, quell'"e io debbo subire questo da te", che spesso fa soffrire più del danno stesso, può essere neutralizzato soltanto mediante la vendetta. Arrecando, cioè, mediante violenza o astuzia, a nostra volta un danno a colui che ci ha fatto torto, noi dimostriamo la nostra superiorità su lui, e annulliamo con ciò la prova della sua.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Il piacere e la vendetta sono più sordi del serpente alla voce di una decisione equa.

William Shakespeare, Troilo e Cressida, 1609

 

Degli uomini mi vendico io, delle donne lascio che se ne occupi il tempo.

Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

 

È tanto più facile ricambiare l'offesa che il beneficio; perché la gratitudine pesa, mentre la vendetta reca profitto.

Publio Cornelio Tacito, Storie, ca. 100

 

Dolce è l'ira in aspettar vendetta.

Torquato Tasso, Gerusalemme liberata, 1581

 

Essere cattivi è vendicarsi in anticipo.

Paul-Jean Toulet, I tre impostori, 1922 (postumo)

 

Spesso il perdono non è che una forma di vendetta.

Paul-Jean Toulet, I tre impostori, 1922 (postumo)

 

Il perdono è la vendetta della saggezza.

Christian Wernicke, Überschriffte, 1697

 

L'indifferenza è la vendetta che il mondo si prende sui mediocri.

Oscar Wilde, Vera, o i Nichilisti, 1880

 

Costa più vendicare i torti, che sopportarli.

Thomas Wilson, Maxims of Piety and Christianity, 1781

 

Proverbi

Alla vendetta vien dietro il pentimento.

 

Chi luogo e tempo aspetta, vede alfin la sua vendetta.

 

Chi mette fuoco alla casa del vicino fa una magra vendetta.

 

Chi minaccia non si vendica.

 

Chi s’adira non si vendica.

 

Chi sa perdonare, si è già vendicato abbastanza.

 

Chi semina ingiustizia raccoglierà odio e vendetta.

 

Chi si vendica vendetta chiama.

 

Chi turba la vendetta di Dio, l'attira sopra di sé.

 

Chi vuol buona vendetta, in Dio la rimetta.

 

Dimenticar l'ingiustizia ricevuta è la miglior vendetta.

 

Dio ha detto: la vendetta è mia.

 

La miglior vendetta è il perdono.

 

La vendetta arriva quando non si aspetta.

 

La vendetta di Dio non piomba in fretta.

 

La vendetta di un idiota è senza misericordia.

 

La vendetta è il nettare degli dei.

 

La vendetta è una nuova ingiustizia.

 

La vendetta è propria delle anime basse.

 

La vendetta è un piatto che va mangiato freddo.

 

La vendetta è un piatto che va servito freddo.

 

La vendetta non rimane invendicata.

 

La vendetta non sana la piaga.

 

Non c'è cosa che si vendichi più del tempo.

 

Non v'è grandezza d'animo nel vendicarsi.

 

Occhio per occhio, dente per dente.

 

Perdonare è la vendetta dei re.

 

Perdonare è virtù, vendicarsi è peccato.

 

Una nobile vendetta non è peccato.

 

Vendetta di cent’anni ha sempre i denti di latte.

 

Vi e più onore nel perdonare, che piacere nella vendetta.

 

Vuoi vendicarti dei tuoi nemici? Governati bene.

Riscatto - Rivincita

Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su