Aforismario 

 

Germania / Tedeschi

Vedi anche: Europa

 

I tedeschi temono Dio, ma nient'altro al mondo.

Otto von Bismark, Discorso al Reichstag, 1888

 

O Germania, pallida madre! Come t'hanno ridotta i tuoi figli, che tu in mezzo ai popoli sia o derisione o spavento!

Bertolt Brecht, Germania, 1933 

 

In Germania è accaduto tutto, si sono manifestate tutte le possibilità storiche ancora esistenti nell’uomo. 

Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973 

 

Hitler in pochi anni ha trasformato i tedeschi in ebrei, e oggi  tedesco è divenuto una parola dolorosa come ebreo .

Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

 

La capacità di resistenza dei tedeschi non conosce limiti, perfino nella pazzia: Nietzsche sopportò la sua per undici anni, Hölderlin per quaranta.

Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

 

La Germania ha già dato prova di sé nella musica: come pensare che vi eccellerà ancora? Ha consumato le risorse della sua profondità.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

 

Il dramma della Germania è di non avere avuto un Montaigne. Che fortuna, per la Francia, aver cominciato con uno scettico!
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

 

Un tedesco verace non sopporta i francesi, ma beve volentieri i loro vini.

Johann Wolfgang Goethe, Faust, 1808

 

In tedesco mentire è essere cortesi.

Johann Wolfgang Goethe, Faust, 1808

 

Germania, madre di tutta la vita che ha dato il suo aspetto alla civiltà del mondo odierno.

Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

 

La Germania, o diventerà una Potenza mondiale o non sarà.

Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

 

Manca al popolo tedesco ogni sincero istinto di armento fondato sull'unità del sangue; quell'istinto che nei momenti del pericolo salva dal tramonto le nazioni facendo tacere i grandi e piccoli dissensi interni e opponendo al comune nemico la chiusa fronte di un armento unitario.

ibid.

 

Se il popolo tedesco, nel suo sviluppo storico, avesse posseduto quella unità di armento che possedettero altri popoli, oggi il Reich tedesco sarebbe padrone della Terra.

ibid.

 

Chi parla d'una missione del popolo tedesco sulla Terra, deve sapere che questa può solo consistere nella formazione d'uno Stato ravvisante il suo compito supremo nella conservazione e nell'incremento degli elementi più nobili, rimasti illesi, della nostra nazione; anzi, dell'intera umanità.

ibid.

 

Nessun popolo dovrebbe più del popolo tedesco imparare la storia: ma esso ne fa pessimo impiego.

ibid.

 

A noi Tedeschi non mancò mai la cultura scientifica: mancò spesso invece la forza di volontà e di decisione.

ibid.

 

In Germania bastano due persone per formare un'associazione. Se uno dei due muore, l'altro si alza dal suo posto in segno di lutto.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

 

I teatri tedeschi dovrebbero fermarsi al naturalismo. Lo Shakespeare naturalizzato in Germania non va.
Karl Kraus, Di notte, 1918

 

In Germania l'arte sta «al servizio del commerciante».

ibid.

 

I poeti tedeschi hanno il talento di non saper tenere la bocca chiusa.

ibid.

 

I Tedeschi si definiscono anche il popolo di Schopenhauer, mentre Schopenhauer era così modesto da non ritenersi affatto il pensatore dei Tedeschi.

ibid.

 

Questi americani, Dio mio, che non hanno il coraggio di essere tedeschi; e questi tedeschi che non riescono a sembrare americani; e questi francesi che credono di essere ancora francesi; e questi italiani sempre italiani, dalla mattina alla sera!

Leo Longanesi, La sua signora, 1957

 

Oggi, chiunque abbia mentalità di buon Europeo, deve imparare a scrivere bene e sempre meglio: non c’è scampo, neanche se si è nati in Germania, dove si considera lo scrivere male come prerogativa nazionale.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

 

In Germania manca all’uomo superiore un grande strumento educativo: la risata degli uomini superiori; in Germania questi non ridono.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

 

I Tedeschi hanno inventato la polvere − bravissimi! ma hanno anche, per altro verso, pareggiato il conto − inventarono la stampa.

Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

 

Il tedesco è pressoché incapace del "presto" nella sua lingua: dunque, come si può logicamente concludere, è altresì incapace di molte delle più squisite e temerarie "nuances" del libero pensiero, del pensiero proprio degli spiriti liberi.

ibid.

 

Ogni sostenutezza, pesantezza, pomposa goffaggine, ogni specie di stile interminabilmente prolisso e tedioso hanno trovato nei Tedeschi uno sviluppo estremamente ricco di varietà.

ibid.

 

I Tedeschi sono più inafferrabili, più vasti, più contraddittori, più sconosciuti, più incalcolabili, più sorprendenti, perfino più terribili di quanto lo siano stati altri popoli − essi sfuggono alla "definizione".

ibid.

 

La caratteristica dei Tedeschi è che per loro il problema «che cos'è tedesco?» resta sempre aperto.

ibid.

 

L'anima tedesca è tutta un intrico di labirinti, in essa ci sono caverne, nascondigli, trabocchetti; molta parte ha nel suo disordine l'attrattiva del misterioso; ben conosce il tedesco i segreti sentieri che portano al caos.

ibid.

 

I tedeschi sono come le donne, non potete scandagliarne le profondità; non ne hanno.

Friedrich Nietzsche, Ecce Homo, 1888

 

Ovunque estende la sua influenza, la Germania rovina la cultura.

Friedrich Nietzsche, Ecce Homo, 1888

 

Nella Germania attuale nessuno ha più la libertà di dare ai propri figli un'educazione scelta: le nostre scuole «superiori» sono fatte tutte quante per la più equivoca mediocrità, con i loro professori, i loro programmi e i loro obiettivi d'insegnamento. E dappertutto regna una fretta indecorosa, come se si perdesse qualcosa qualora un giovane a ventitré anni non avesse ancora «finito», non sapesse ancora rispondere alla «domanda principale»: quale professione?
Friedrich Nietzsche, Il crepuscolo degli idoli, 1888

 

La filosofia è come la Russia, piena di paludi e spesso invasa dai tedeschi.
Roger Nimier, Le Hussard bleu, 1950

 

Sono un popolo nemico, le donne, come il popolo tedesco.

Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo, 1952).

 

Wieland considera una disgrazia l'esser nati tedeschi: Burger, Mozart, Beethoven, ed altri ancora gli avrebbero dato ragione, e io pure.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

I tedeschi sono esenti dall'orgoglio nazionale e forniscono in tal modo una prova della loro lodata onestà.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Il tedesco odia in tutte le cose l'ordine, la regola e la legge: egli ama il suo arbitrio individuale e il proprio capriccio, conditi con un po' di insipida equità, secondo il suo acuto giudizio.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

I tedeschi si distinguono, rispetto a tutte le altre nazioni, per la trascuratezza nello stile come nei vestiti, e ambedue le sciatterie sono dovute alla stessa causa che risiede nel carattere nazionale.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Il vero carattere nazionale dei tedeschi è la pesantezza: essa risalta nel loro modo di camminare, nel loro modo di agire, nella loro lingua, nei loro discorsi e racconti, nel loro modo di intendere e di pensare, ma in modo del tutto particolare risalta nel loro stile letterario.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Gli italiani e i tedeschi, nonostante la loro grande diversità in molte cose, concordano nel senso della profondità, serietà e verità in arte, e da questo punto di vista sono l'opposto dei francesi, ai quali quel senso manca del tutto; e ciò si vede dovunque.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

In Germania, qualsiasi imbecillaggine in letteratura e qualsiasi cattiva maniera nella vita trovano schiere di imitatori.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

La flemma è la radice dell'idiozia e purtroppo ha la sua patria in Germania.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Una città con ornamenti architettonici, monumenti, obelischi, fontane decorative, eccetera e nello stesso tempo con quel miserabile lastrico, che è in uso in Germania, somiglia a una donna. che sia ornata di oro e di gioie, e nello stesso tempo porti un vestito sudicio e lacero. 

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Fra gli occidentali, furono i tedeschi a inventare gli orologi meccanici, spaventosi simboli del tempo che scorre.

Oswald Spengler, Il tramonto dell'Occidente, 1918/23

 

Il tedesco è sicuro di sé nel modo peggiore di tutti, nel più energico e nel più ripugnante dei modi, perché si immagina di conoscere la verità – cioè una scienza che s'è inventata lui stesso, ma che per lui è l'assoluta verità.
Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1865/69

 

Da che mondo è mondo, i tedeschi sono stati sconfitti da tutti. E non hanno mai disfatto nessuno. Soltanto si sono disfatti fra loro.

Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1865/69

 

Quando il tedesco che sa di lettere si tuffa in una frase, non lo vedi più finché non emerge dall'altra parte del suo Atlantico con il verbo in bocca.

Mark Twain, Un americano alla corte di re Artù, 1889

 

Le grandi virtù dei tedeschi hanno creato più mali di quanti vizi abbia mai creato l'ozio.

Paul Valéry, Varietà, 1924/44

 

Se i tedeschi sono goffi e pesanti, gli italiani sono soltanto goffi e ricorrono ai tedeschi per zavorrarsi lo spirito. Come? Masticando il chewing-gum filosofico dei vari Hegel e Heidegger, oppure facendo gli strilloni e i muezzin di Nietzsche.

Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

Libro consigliato

Germania Germania
Editore Mondadori Electa, 2010

La Germania è un paese dagli impressionanti contrasti, un aspetto che traspare in modo evidente nella varietà geografica che caratterizza questa repubblica federale. Infatti a pochi minuti di macchina dalle città, si aprono antiche foreste in cui sorgono imponenti castelli in rovina. Inoltre, la bellezza naturalistica della Germania è ricca di sfaccettature e le coste sferzate dal vento a nord, e lo splendore della Alpi a sud ne sono la prova evidente. Sono molte anche le differenze culturali, architettoniche e gastronomiche tra le varie regioni, che di certo incuriosiscono e affascinano i visitatori.

 Italia - Francia
Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su