Aforismario 

 

Leggere / Lettura

Vedi anche: Libro

 

Chi legge lo fa per nascondersi. Per nascondere chi è realmente. E chi si nasconde non sempre si piace.
André Aciman, Chiamami col tuo nome, 2007

 

Leggere, come io l'intendo, vuol dire profondamente pensare.

Vittorio Alfieri, Del principe e delle lettere, 1778/86

 

Chi molto legge prima di comporre, ruba senza avvedersene e perde originalità, se ne avea.

Vittorio Alfieri, Vita di Vittorio Alfieri scritta da esso, 1804 (postumo)

 

Leggo per legittima difesa.

Woody Allen (attribuzione incerta - Fonte sconosciuta)

 

Leggere

 

Leggere fa bene, ma può fare anche male, diciamo la verità. I libri sono come le medicine o come qualunque altro medium: vanno presi con cautela.

Corrado Augias, Leggere, 2007

 

La lettura tende con gli anni a diventare una specie di doppio dell'esistenza, anzi, un concentrato di esistenza raramente eguagliato, per intensità, nell'ordinario scorrere delle giornate.

ibid.

 

Noi siamo abituati a dare a parole come "silenzio" e "solitudine" un significato di malinconia, negativo. Nel caso della lettura non è così, al contrario quel silenzio e quella solitudine segnano la condizione orgogliosa dell'essere umano solo con i suoi pensieri, capace di dimenticare per qualche ora "ogni affanno".

ibid.

 

La persecuzione contro i libri è propria di tutti i regimi dispotici, e basterebbe questo per farci amare la lettura.

ibid.

 

Non leggete per contraddire e confutare, né per credere e accettar per concesso, non per trovar argomenti di ciarle e di conversazione, ma per pesare e valutare.

Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

 

Una notte d'amore è un libro letto in meno.

Honoré de Balzac (Fonte sconosciuta)

 

In fondo leggere non è altro che questo, no? Allontanarsi da tutto ciò che è… normale.
Anjali Banerjee, La libreria dei nuovi inizi, 2011

 

Quelli che trascurano di rileggere si condannano a leggere sempre la stessa storia.

Roland Barthes, S/Z, 1970

 

La lettura è piacere e gioia di essere vivo o tristezza di essere vivo, e soprattutto è conoscenza e domande. La scrittura, invece, di solito è vuoto. Nelle viscere dell'uomo che scrive non c'è nulla.

Roberto Bolaño, 2666, 2004 (postumo)

 

Un uomo che legge ne vale due.

Valentino Bompiani (Fonte sconosciuta)

 

Le letture non si consigliano, se non ai principianti del leggere. Ognuno deve trovare le proprie letture con l'istinto, che − nel lettore abituato − diventa quasi sempre infallibile.

Massimo Bontempelli, Il Bianco e il Nero, 1987

 

La goccia scava la pietra, non due volte, ma cadendo continuamente. Così l'uomo diventa saggio leggendo non due volte, ma spesso.

Giordano Bruno, Il candelaio, 1582

 

Leggere significa affrontare qualcosa che sta proprio cominciando a esistere.

Italo Calvino, Se una notte d’inverno un viaggiatore, 1979

 

I classici sono quei libri di cui si sente dire di solito: "Sto rileggendo..." e mai "Sto leggendo...".

Italo Calvino, Perché leggere i classici, 1991 (postumo)

 

Quante letture ci si risparmierebbe, se si conoscessero prima gli scrittori. Tutte le letture?

Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

 

Non serve rimpiangere quel che non si è letto, o inseguirlo insensatamente e con immane fatica: quello che non si è letto non era stato scritto per noi.

Antonio Castronuovo, Se mi guardo fuori, 2008

 

Lascia agli sciocchi leggere ciò che gli sciocchi hanno scritto.

Philip Dormer Stanhope Chesterfield, Lettere al figlio, 1737/68 (postumo 1774-1890)

 

Leggere è lasciare che un altro fatichi per voi. La forma più delicata di sfruttamento.

Emil Cioran, Confessioni e anatemi, 1987

 

Se desideriamo raggiungere una vera comunione con la creatura amata, il mezzo più certo è di leggere nello stesso tempo il medesimo volume, comunicando con lei attraverso le parole di un altro.

Pietro Citati, Il sogno della camera rossa, 1986

 

Chi si dedica a letture occasionali, raramente possiede una cultura molto rigorosa.

Arthur Conan Doyle, Uno studio in rosso, 1887

 

Il tempo trascorso a guardare la televisione allontana il bambino dalla lettura; la capacità di leggere è scarsamente sviluppata, e il valore della lettura trascurato. I bambini vengono abbandonati ad una serva infedele che li espone a "vicende sconnesse raccontate da persone sconnesse".

John Condry, Ladra di tempo, serva infedele, 1993

 

La lettura è il viaggio di chi non può prendere un treno.

Francis de Croisset, Le cœur dispose, 1912

 

Appartengono alla letteratura tutti i libri che si possono leggere due volte.

Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

 

Si deve leggere solo per scoprire ciò che va eternamente riletto.

Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

 

Tra tutti i passatempi la lettura è il più economico e il meno pericoloso. Leggere un libro a letto, non comporta alcun rischio. A meno che non crolli la casa.

Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

 

La lettura di tutti i buoni libri è come una conversazione con gli uomini più eminenti dei secoli passati, che ne sono stati gli autori, anzi una conversazione meditata, nella quale essi ci rivelano solo quanto di meglio c’era nel loro pensiero.

René Descartes (Cartesio), Discorso sul metodo, 1637

 

Tali leggendo solo credono di studiare. Senza meditazione, la lettura non è che un perditempo.

Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

 

Un libro indegno di essere letto una seconda volta è indegno pure di essere letto una prima.

Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

 

Nella lettura solitaria, l'uomo che cerca sé stesso ha qualche possibilità di trovarsi.

Georges Duhamel, Difesa delle lettere, 1937

 

La lettura è un’attività asociale, faticosa e anche noiosa. Ma rimane la più straordinaria di tutte.

Gian Arturo Ferrari, su il Giornale, 2005

 

Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.

Gustave Flaubert, Lettera a Mille de Chantepie, 1857

 

Coloro che leggono molti libri sono come i masticatori d'hashish: vivono in un sogno, e il veleno sottile che penetra nei loro cervelli li rende insensibili al mondo reale. Verrà il giorno che saremo tutti bibliotecari, e allora sarà finita per noi.

Anatole France, La vita letteraria, 1888/92

 

Il solo modo serio di leggere è rileggere.

Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

 

La fatica di leggere non può competere con la facilità di guardare, e allora, rispetto al libro, la televisione sarà il medium più amichevole perché è quello che "dà meno da fare".
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

 

A non leggere troppi libri, quante mai cose s'imparano!

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

La lettura di un libro, che meriti d'essere letto, dovrebb'essere una specie di copula, non soltanto piacevole, ma anche feconda.

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

Non merita d'essere letto il libro che non lasci desiderio d'essere riletto.

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

Sono molti che leggono ogni maniera di libri, e mai non aprono il libro dell'anima propria; e quando pure l'aprissero, non vi saprebbero leggere.

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

È meglio non saper né leggere né scrivere che saper leggere e scrivere, e non esser capaci d’altro.

William Hazlitt, Discorsi a tavola, 1821/22

 

Qualche libro lo si legge col sentimento di fare un'elemosina all'autore.

Christian Friedrich Hebbel, Diario, 1835/63

 

La lettura è a volte un modo ingegnoso per evitare di pensare.

Arthur Helps, Friends in Council, 1847/59

 

Non esiste programma di vacanza più bello che proporsi di non leggere neppure un rigo, e dopo, niente di più piacevole che, al momento opportuno e con un libro veramente attraente, tradire il bel programma.

Hermann Hesse, Scritti letterari I, 1972 (postumo)

 

Non dobbiamo leggere per dimenticare noi stessi e la nostra vita quotidiana, ma al contrario, per impossessarci nuovamente, con mano ferma, con maggiore consapevolezza e maturità, della nostra vita.

Hermann Hesse, Scritti letterari I, 1972 (postumo)

 

Vivere senza leggere è pericoloso, ci si deve accontentare della vita, e questo comporta notevoli rischi.
Michel Houellebecq, Piattaforma nel centro del mondo, 2001

 

Sono i libri che un uomo legge, quelli che lo accusano maggiormente.

Victor Hugo, I miserabili, 1862

 

Ci si dovrebbe lasciar guidare, nelle letture, solo dalla propria inclinazione: quello che si legge per una sorta di senso del dovere porterà ben poco vantaggio.

Samuel Johnson, in James Boswell, Vita di Samuel Johnson, 1791 (postumo)

 

Bisognerebbe leggere, credo, soltanto i libri che mordono e pungono. Se il libro che leggiamo non ci sveglia con un pugno sul cranio, a che serve leggerlo?

Franz Kafka, Lettera a Oskar Pollak, 1904

 

L'aspetto veramente importante della lettura è che favorisce una disinvolta intimità con il processo della scrittura; si mette piede nel paese dello scrittore con tutti i documenti più o meno in ordine.

Stephen King, On Writing, 2000

 

Bisogna leggere due volte tutti gli scrittori, i buoni e i cattivi. Si riconosceranno i primi, si smaschereranno i secondi.

Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

 

Quando una lettura vi eleva lo spirito, ispirandovi sentimenti nobili e coraggiosi, non cercate un altro criterio per giudicare l’opera: essa è buona e forgiata da una mano maestra.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

 

Non so se è in grado di «salvarci» o di renderci cittadini migliori, ma certo l'esperienza della lettura mi appare ancora come la migliore approssimazione a una esperienza reale. Ovvero: incontro perlopiù accidentale, avventuroso, di un individuo con qualcosa che non può controllare e che lo modificherà in modo irreversibile.

Gabriele La Porta, Meno letteratura, per favore!, 2010

 

Gli scritti più vicini alla perfezione, hanno questa proprietà, che ordinariamente alla seconda lettura piacciono più che alla prima. Il contrario avviene in molti libri composti con arte e diligenza non più che mediocre, ma non privi però di un qual si sia pregio estrinseco ed apparente; i quali, riletti che sieno, cadono dall'opinione che l'uomo ne avea concepito alla prima lettura.

Giacomo Leopardi, Il Parini ovvero della Gloria, in Operette morali, 1827/34

 

La lettura per l'arte dello scrivere è come l'esperienza per l'arte di viver nel mondo, e di conoscer gli uomini e le cose.

Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

 

Ci sono effettivamente molti che leggono per non dover pensare.

Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

 

Leggere a letto non è solo uno svago; è anche una forma speciale di privacy. È un’azione immobile, libera dalle convenzioni sociali, invisibile al mondo, un’azione che svolgendosi fra le lenzuola, nel regno della lussuria e dell’ozio peccaminoso, ha il fascino delle cose proibite.

Alberto Manguel, Una storia della lettura, 2009

 

Noi tutti leggiamo noi stessi e il mondo intorno a noi per intravedere cosa e dove siamo. Leggiamo per capire, o per iniziare a capire. Non possiamo fare a meno di leggere. Leggere, quasi come respirare, è la nostra funzione essenziale.

Alberto Manguel, Una storia della lettura, 2009

 

Mi pare che tutti noi siamo come boccioli chiusi, e la più parte di ciò che leggiamo non ha su di noi alcun effetto, ma ci sono certe cose che hanno un particolare significato e che fanno aprire un petalo: poi i petali si aprono uno a uno e alla fine ecco il fiore.

William Somerset Maugham, Schiavo d'amore, 1915

 

"Dimmi ciò che leggi e ti dirò chi sei" è vero; ma ti conoscerei meglio se mi dicessi quello che rileggi.

François Mauriac, Memorie interiori, 1959

 

Leggere è un modo intelligente per evitare di pensare.

Walter Moers, La città dei libri sognanti, 2004

 

C’è gente che ha letto tutto, ma ha capito poco. E gente che ha letto poco, ma ha capito tutto. Poi ci sono Umberto Eco e Dio.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

 

Vita è tutto quello che sottrai alla lettura.
ibid.

 

Lo studio è stato per me il rimedio principale contro i travagli della vita; non avendo io mai avuto un dispiacere che non mi sia passato dopo un'ora di lettura.

Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716-55  (postumo 1899-01)

 

Il tempo è tanto prezioso che andrebbe impiegato soltanto per leggere il meglio. Ma poiché per individuarlo occorrerebbe leggere tutto, è meglio non leggere.

Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

 

Non voglio leggere più nessun autore di cui si noti che volle fare un libro: ma solo quelli i cui pensieri divennero improvvisamente un libro.

Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

 

Non leggere più nessun libro che sia nato e sia stato battezzato (con inchiostro) nello stesso tempo.

Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

 

Chi crede che leggere sia una fuga è all'opposto della verità: leggere è trovarsi di fronte il reale nella sua massima concentrazione.
Amélie Nothomb, Antichrista, 2003

 

Cancella spesso, se vuoi scrivere qualcosa che meriti d'essere riletto.

Saepe stylum vertas, iterum quae digna legi sint scripturus.

Quinto Orazio Flacco, Satire, 41/30 a.e.c.

 

Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell'esperienza speciale che è la cultura.

Pier Paolo Pasolini, su Vie Nuove, 1965

 

Un libro che non valga la pena di essere letto due volte non è neppure degno d'esserlo una volta sola.

Jean Paul, Setteformaggi, 1796/97

 

Il tempo per leggere è sempre tempo rubato. (Come il tempo per scrivere, d'altronde, o il tempo per amare.) Rubato a cosa? Diciamo, al dovere di vivere.

Daniel Pennac, Come un romanzo, 1992

 

Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere.

ibid.

 

Le nostre ragioni di leggere sono strane quanto le nostre ragioni di vivere. E nessuno è autorizzato a chiederci conto di questa intimità.

ibid.

 

Ogni lettura è un atto di resistenza. Di resistenza a cosa? A tutte le contingenze.

ibid.

 

Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma.

Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

 

Leggere è sognare per mano altrui.

Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

 

Ci sono casi, casi patologici per così dire di depressione spirituale, in cui la lettura può diventare una specie di disciplina terapeutica ed essere demandata e ripetutamente sollecitata a reintrodurre perpetuamente una coscienza pigra nella sua vita spirituale. In questi casi i libri assumono un ruolo analogo a quello degli psicoterapeuti con certi nevrotici.

Marcel Proust, Sulla lettura, 1905

 

Uno spirito originale sa subordinare la lettura alla propria attività personale. Per lei non è altro che la più nobile delle distrazioni, soprattutto la più feconda perché solo la lettura e il sapere forniscono lo spirito di "belle maniere".

ibid.

 

Quando la lettura è per noi l'iniziatrice le cui magiche chiavi ci aprono al fondo di noi stessi quelle porte che noi non avremmo mai saputo aprire, allora la sua funzione nella nostra vita è salutare. Ma diventa pericolosa quando, invece di risvegliarci alla vita individuale dello spirito, la lettura tende a sostituirsi ad essa.

ibid.

 

Quando si legge, si ama sempre un poco versarsi fuori di sé, viaggiare.

ibid.

 

La lettura [...] ci insegna ad accrescere il valore della vita, valore che non abbiamo saputo apprezzare e della cui grandezza solo grazie al libro ci rendiamo conto.

Marcel Proust, Il tempo ritrovato, 1927 (postumo)

 

Il leggere senza tregua, che viene ripreso in ogni momento libero, paralizza lo spirito più del lavoro manuale continuo; dato che durante il lavoro manuale vi è modo di abbandonarsi ai propri pensieri. Appunto come una molla, che a causa della costante pressione da parte di un corpo estraneo finisce col perdere la sua elasticità, così anche lo spirito perde la sua elasticità a causa dell'invadenza senza tregua di pensieri altrui.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Il pubblico è così stupido, che preferisce leggere le cose nuove che non le buone.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Leggere equivale a pensare con la testa di qualcun altro invece che con la propria.

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

La gente dice che ciò che conta è vivere, ma io preferisco leggere.

Logan Pearsall Smith, Ripensamenti, 1931

 

Quando leggi, cerca sempre di stare nella migliore compagnia.

Sydney Smith, Lady Holland's Memoir, 1855

 

Di rado è solo chi ama leggere.

Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

 

Non leggere nulla è sempre meglio che leggere qualunque cosa.

ibid.

 

Non si è ancora finito di leggere un buon libro se lo si è letto una sola volta.

ibid.

 

Permetterci di conciliare il piacere della solitudine con il piacere della buona compagnia è uno dei grandi pregi della lettura.

ibid.

 

È segno che si comincia a invecchiare quando i libri che si vorrebbero leggere diventano sempre meno rispetto a quelli che si preferirebbe rileggere.

Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

 

Leggere è un modo particolarmente elegante di tenersi lontano dagli altri.

ibid.

 

La lettura senza la scrittura è sterile, la scrittura senza la lettura è orfana.

Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

 

Pochi hanno abbastanza occhio – e tempo, e interesse – per accorgersene, ma tra le crepe dell’utilitarismo, dell’affarismo, dell’attivismo, dell’arrivismo e dell’esibizionismo della nostra epoca, si annidano delle strane creature riservate, la cui aberrante sensibilità le induce spesso a preferire le parole ai fatti, piuttosto che il contrario: sono gli amanti della conoscenza, della lettura, della filosofia.

ibid.

 

Se in Italia si leggono pochi libri, è solo per mancanza di tempo: sono tutti impegnati a scriverne.

ibid.

 

Se non esistessero gli scrittori alla moda, quelli, cioè, che pubblicano libri insignificanti di grande successo, che dopo qualche anno nessuno ricorda piú, tanta gente non leggerebbe neppure un libro in vita sua. Il che, detto tra noi, sarebbe anche meglio.

ibid.

 

Leggere è vedere per procura.

Herbert Spencer, Studi di sociologia, 1896

 

L'atto di lettura è autentico soltanto quando conosciamo integralmente un autore, quando esaminiamo con sollecitudine particolare, anche se un po' irritata, i suoi «fallimenti» per elaborare una nostra visione personale della sua presenza.

George Steiner, Nessuna passione spenta, 1996

 

L'istruzione [...] ha prodotto un vasto popolo capace di leggere ma incapace di discernere quello che vale la pena di leggere.
George Macaulay Trevelyan, Storia della società inglese, 1942

 

Un classico è qualcosa che tutti vorrebbero aver letto e nessuno vuol leggere.

Mark Twain, The disappearance of literature, 1900 

 

Se un libro non dà piacere a rileggerlo infinite volte, tanto vale non leggerlo affatto.

Oscar Wilde, La decadenza della menzogna, 1889

 

Sappiate scrivere ma non leggere, non importa.

Andrea Zanzotto, La beltà, 1968

Leggi anche frasi su questi argomenti:

Lettore - Biblioteca - Slogan libri e lettura

Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su