Aforismario 

 

Tornare / Ritornare

Vedi anche: Indietro

 

1. Tornare

Adorava gli aeroporti: le piacevano l'odore, il rumore, l'atmosfera, la gente che correva qua e là con le valigie, felice di partire, felice di tornare. Le piaceva vedere gli abbracci, cogliere la strana commozione dei distacchi e dei ritrovamenti. L'aeroporto era il posto ideale per osservare le persone.

Cecelia Ahern, Ps: I Love You, 2004

 

Provo un intenso desiderio di tornare nell'utero – di chiunque.

Woody Allen (Fonte sconosciuta)

 

Un pretesto per tornare bisogna sempre seminarselo dietro, quando si parte.
Alessandro Baricco, Oceano mare, 1993

 

La vita è come l'acqua: non può tornare sui suoi passi. Bisogna capire il suo significato nel presente.

Romano Battaglia, Il fiume della vita, 1992

 

Ogni tanto bisognerebbe provare certe emozioni, anzi, si dovrebbe poter tornare ragazzi per ritrovare ancora la freschezza di un tempo e prendere con meno apprensione gli impegni inutili e i doveri non necessari della vita quotidiana.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

 

Quando si trova e si corregge un errore, si vedrà che andava meglio prima. Corollario: Quando si capisce che la correzione era sbagliata, sarà troppo tardi per tornare indietro.
Arthur Bloch, Seconda legge di Scott, La legge di Murphy, 1977

 

Chi entra in un labirinto sa che esiste una via d'uscita, ma non sa quale delle molte vie che gli si aprono innanzi di volta in volta vi conduca. Procede a tentoni. Quando trova una via bloccata torna indietro e ne prende un'altra. Talora la via che sembra più facile non è la più giusta; talora, quando crede di essere più vicino alla meta, ne è più lontano, e basta un passo falso per tornare al punto di partenza. Bisogna avere molta pazienza, non lasciarsi mai illudere dalle apparenze, fare, come si dice, un passo per volta, e di fronte ai bivi, quando non si è in grado di calcolare la ragione della scelta, ma si è costretti a rischiare, essere sempre pronti a tornare indietro.

Norberto Bobbio, Autobiografia, 1999

 

La cosa più dura: tornare sempre a scoprire ciò che già si sa.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

 

La bicicletta è bella per quello che ti può dare. Ti fa stare bene, ti dà la possibilità di sentire, di parlare, di vedere il mondo da un'altra angolazione. La bicicletta ti fa tornare indietro nel tempo. Ti fa tornare ragazzo.
Davide Cassani, in Piero Fischi, Ciclismo. Allenamento e alimentazione, 2002

 

Un'occasione mancata si ripresenta, mentre non si può mai tornare indietro da un passo precipitoso.

Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos, Le relazioni pericolose, 1782

 

Quando non si può tornare indietro, bisogna soltanto preoccuparsi del modo migliore per avanzare.
Paulo Coelho, L'alchimista, 1988

 

C'è un po' di ironia nel fatto che i bambini immaginano che i genitori possano fare quello che vogliono, mentre i genitori immaginano che i bambini facciano quello che vogliono. "Quando sarò grande..." è il parallelo di "Oh, poter tornare bambino...".

Shulamith Firestone, La dialettica dei sessi, 1970

 

Chiunque voglia riuscire in un'impresa deve essere disposto a bruciare le navi o tagliare i ponti per impedirsi ogni possibilità di tornare sui suoi passi. Solo comportandosi così può essere certo di conservare lo stato mentale detto "ardente desiderio di riuscire", che è un principio essenziale del successo.
Napoleon Hill, Pensa e arricchisci te stesso, 1938

 

Il destino, quando apre una porta, ne chiude un'altra. Dati certi passi avanti, non è possibile tornare indietro.

Victor Hugo, L'uomo che ride, 1869

 

La montagna è come un amore: se sei respinto, è meglio tornare indietro e non insistere.
Christian Kuntner

 

Niente come tornare in un luogo rimasto immutato ci fa scoprire quanto siamo cambiati. 

Nelson Mandela, Lungo cammino verso la libertà, 1995

 

Mai tornare indietro, neanche per prendere la rincorsa.
Andrea Pazienza, Le straordinarie avventure di Penthotal, 1982

 

La condizione dell'uomo poggia su buone basi: nessuno è infelice se non per sua colpa. Ti piace vivere? Vivi; se no, puoi tornare da dove sei venuto.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

 

Non si può essere reazionari perché non c'è dove tornare; non si può essere progressisti, perché non c'è dove andare.

Manlio Sgalambro, La morte del sole, 1982

 

In questa vita, per quanto dannata, ci si può imbattere in spettacoli di rara bellezza capaci di far tornare il buonumore anche al piú cupo dei pessimisti. Si pensi a un inguaribile ottimista steso in una bara, per esempio.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

 

Ogni essere vivente è un esiliato dal nulla – sua unica vera patria – dove presto o tardi farà rientro per tornare a essere ciò che non era.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

 

C'è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore. Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta. Così come non credo che si viaggi per tornare. L'uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perché, nel frattempo, lui stesso è cambiato. Da sé stessi non si può fuggire.
Andrej Tarkovskij, Tempo di viaggio, 1983

 

Mi ero pentito di non averle chiesto nemmeno un indirizzo e-mail o altro. Ho deciso di andare da lei per chiederglielo, o per riuscire almeno a metterle un boomerang in tasca nella speranza che potesse tornare indietro da me.

Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

 

Non stare più con la persona con cui vorresti stare significa semplicemente tornare indietro. Guardare indietro molto più che avanti. È un viaggio che fai appoggiato alla ringhiera di poppa, non di prua.
Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009

 

Pendolare. Uno che si rade e prende il treno, e poi riprende il treno per tornare a radersi.

Elwyn Brooks White

 

2. Ritornare

Se ami qualcuno lascialo libero. Se torna da te, sarà per sempre tuo, altrimenti non lo è mai stato.

Anonimo (attribuito a Richard Bach - vedi Citazioni errate)

 

Tutti sono diretti verso la medesima dimora: tutto è venuto dalla polvere e tutto ritorna nella polvere.

Anonimo, Ecclesiaste, IV o III sec. a.e.c.

 

Il viaggio perfetto è circolare. La gioia della partenza, la gioia del ritorno.

Dino Basili, Tagliar corto, 1987

 

Esiste un ritorno perverso a sé stessi che, invece di provocare l'uomo al ravvedimento e metterlo sul cammino, gli prospetta insperabile il ritorno e così lo inchioda in una realtà in cui ravvedersi appare assolutamente impossibile e in cui l'uomo riesce a continuare a vivere solo in virtù dell'orgoglio demoniaco, dell'orgoglio della perversione.
Martin Buber, Il cammino dell'uomo, 1948 

 

Si possono ripetere le azioni: i pensieri non ritornano mai identici.

Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

 

Non escludo il ritorno.

Franco Califano (Epitaffio)

 

L'anomalia è vivere. Morendo si ritorna alla normalità. Forse.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

 

Cavoli riscaldati né amore ritornato non fu mai buono.

Giulio Cesare Croce, Bertoldo e Bertoldino, 1608

 

Ricordi e boomerang hanno un'affinità in comune: maggiore è la spinta con la quale vengono allontanati, maggiore è la veemenza del loro ritorno.

Liomax D'Arrigo, Liomax... pensò ancora, 2013

 

Mai imprestar libri, non uno fa ritorno; i soli che ho in biblioteca sono quelli che altri mi hanno imprestato.
Anatole France (Fonte sconosciuta)

 

Tutto passa. E, purtroppo, talvolta ritorna.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

 

Da un certo punto in là non c'è più ritorno. È questo il punto da raggiungere.

Franz Kafka, Quaderni in ottavo, 1916/18

 

Veniamo da un abisso oscuro; ritorniamo in un abisso oscuro. Lo spazio luminoso che intercorre tra di loro lo chiamiamo vita. Appena nati inizia il nostro ritorno; contemporaneamente l’inizio e il ritorno; ogni attimo moriamo. Per questo molti hanno protestato: lo Scopo della vita è la morte.
Nikos Kazantzakis, Ascetica, 1927

 

Orinare nella natura è una cerimonia religiosa con la quale promettiamo alla terra che un giorno o l’altro ritorneremo a lei tutti interi.

Milan Kundera, Amori ridicoli, 1968

 

La nostalgia è la sofferenza provocata dal desiderio inappagato di ritornare.
Milan Kundera, L'ignoranza, 2001

 

Il moderno invecchia; il vecchio ritorna di moda.

Leo Longanesi, La sua signora, 1957

 

Se si ha del carattere, si ha anche una propria tipica esperienza interiore, che ritorna sempre.

Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

 

Ritornava una rondine al tetto: / l’uccisero: cadde tra spini: / ella aveva nel becco un insetto: la cena de’ suoi rondinini.

Giovanni Pascoli, X Agosto, 1891-1903

 

Tutto è ripetizione, ripercorso, ritorno. Infatti anche la prima è una "seconda volta".
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

 

Chi di noi, voltandosi indietro sulla strada da cui non c’è ritorno, può dire di averla seguita come avrebbe dovuto?
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

 

La vita è un viaggio non voluto al quale manca pure la speranza e la dolcezza del ritorno.

Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

 

Voler arginare il (presunto) decadimento morale dell’Occidente con un ritorno ai “valori cristiani” – come propugnato da tante anime pie – sarebbe come voler guarire un anemico con una massiccia cura a base di salassi.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

 

Ricorda uomo, che polvere sei e polvere ritornerai

(Memento homo, quia pulvis es et in pulverem reverteris)

Detto latino

 

Molti van pellegrini ai luoghi santi e molti ne ritornano furfanti.

Proverbio

 

Per quanto un albero possa diventare alto, le sue foglie, cadendo, ritorneranno sempre alle radici.

Proverbio cinese

 

3. Eterno ritorno

L'idea di eterno ritorno indica una prospettiva nella quale le cose appaiono in maniera diversa da come noi le conosciamo: appaiono prive della circostanza attenuante della loro fugacità. Questa circostanza attenuante ci impedisce infatti di pronunciare qualsiasi verdetto. Si può condannare ciò che è effimero?

Milan Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere, 1984

 

Se l'eterno ritorno è il fardello più pesante, allora le nostre vite su questo sfondo possono apparire in tutta la loro meravigliosa leggerezza.

Milan Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere, 1984

 

Il peso più grande. Che faresti se un giorno o una notte un demone si introducesse di soppiatto nella tua solitudine più solitaria e ti dicesse: «Questa vita, quale la stai vivendo adesso e l’hai vissuta, dovrai viverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte; e in essa non ci sarà niente di nuovo, ma ogni dolore e ogni piacere e ogni pensiero e sospiro e ogni cosa incredibilmente piccola e grande della tua vita dovrà per te ritornare, e tutto nello stesso ordine e successione e così pure questo ragno e questo chiaro di luna tra gli alberi, e così anche questo attimo e io stesso. L’eterna clessidra dell’esistenza viene sempre di nuovo capovolta e tu con essa, granello di polvere!». Non ti getteresti a terra, digrignando i denti e maledicendo il demone che così avrebbe parlato? Oppure hai vissuto una volta un attimo prodigioso, per cui gli diresti: «Tu sei un dio e mai ho sentito una cosa più divina!»? Se questo pensiero acquistasse potere su di te, avrebbe su di te, quale sei, l’effetto di trasformarti e forse di schiacciarti; la domanda di fronte a tutto e ogni cosa: «Vuoi tu questo ancora una volta e ancora innumerevoli volte?» graverebbe sul tuo agire come il peso più grande! O quanto dovresti amare te stesso e la vita per non desiderare nient’altro che quest’ultima eterna conferma e suggello?
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

 

Oh, come potrei io non bramare l’eternità e il nuziale anello degli anelli, l’anello del ritorno? Mai ancora trovai la donna dalla quale desiderassi avere figli, se non forse questa donna che amo: giacché io t’amo, o Eternità!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

 

Avete mai detto Sì a un piacere? Allora, amici miei, avete detto Sì anche a tutta la sofferenza. Tutte le cose sono concatenate, intrecciate, innamorate, – se avete mai voluto l’una volta due volte, se avete mai detto «Tu mi piaci, felicità, soffio, attimo!», allora avete voluto che tutto ritornasse! tutto di nuovo, tutto in eterno, tutto concatenato, intrecciato, innamorato, oh, allora avete amato il mondo, voi eterni, amatelo in eterno e in ogni tempo: e anche alla sofferenza dite: passa, ma ritorna! Giacché ogni piacere vuole eternità!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

 

Nietzsche, con la sua teoria dell'eterno ritorno, diceva che la vita che noi viviamo la vivremo ancora, ancora e ancora, e esattamente nello stesso modo per l'eternità. Splendido! Questo significa che io dovrò vedere ancora Holiday on Ice. Non vale la pena.
Mickey Sachs (Woody Allen), in Hannah e le sue sorelle, 1986

 

La vera grandezza non sta nell’accettazione dell’“eterno ritorno dell’uguale” (tra i capisaldi della filosofia nietzschiana), cosa che, per la maggior parte della gente, sarebbe piú un dono che una condanna, ma, semmai, nell’accettazione dell’eterno addio, cioè del fatto che ogni singolo istante della nostra vita – come la nostra intera esistenza – è destinato a svanire per sempre senza alcuna possibilità di ripetersi.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Libro consigliato

Nietzsche e l'eterno ritornoNietzsche e l'eterno ritorno
Autore Karl Löwith
Traduttore S. Venuti
Editore Laterza, 2003

Nella dottrina dell'eterno ritorno vi è la chiave per intendere il significato più profondo delle grandi tematiche nietzschiane.

Passato
Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su