Fabio Volo 

 

Fabio Volo

Calcinate 1972
Attore e scrittore italiano

Frasi fatte e rifatte

Aforismario

 

Qui di seguito alcune frasi di diversi autori citate, copiate o rimaneggiate dal simpatico Fabio Volo nei suoi fortunatissimi romanzi. In alcuni casi Fabio Volo nomina l'autore citato, in altri no (per cui si riportano le fonti); in altri casi ancora, quella che appare come una copiatura può essere una semplice coincidenza; non è raro, infatti, che due o più autori possano avere pensieri simili senza saperlo (cfr. Plagio aforistico). A mo' d'introduzione, ecco due brani tratti da altrettanti romanzi di Fabio Volo:

 

Io e Francesca in quel periodo eravamo simili in tante cose e sicuramente ci accomunava quella caratteristica che appartiene alle persone mediocri: avere una serie di frasi o concetti che, siccome ci piacevano, tiravamo fuori spesso per sembrare acuti.

(Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006)

 

Rubare è un po' alla base di qualsiasi lavoro creativo. Anch'io e Nicola lo facciamo. Si ruba da film, da canzoni, da conversazioni sentite mentre si è in coda al supermercato o su un treno. Come vampiri, i creativi succhiano il sangue da qualsiasi forma di vita. Sentono per caso una parola, una frase o un concetto e, come una lampadina che si accende, si accorgono che era proprio quello che stavano cercando. E non pensano che stanno rubando, pensano che sia semplicemente lì per loro. Per questo le parole di Jim Jarmusch sono la Bibbia per un creativo: "Il punto non è da dove prendete le cose, il punto è dove le portate".

(Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009)

 

• Questa è la differenza tra il sesso e l’amore: il sesso svuota, l’amore riempie...

Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

• Il sesso allevia le tensioni e l'amore le provoca.
(Sex alleviates tension and love causes it).
Woody Allen (Andrew), in Una commedia sexy in una notte di mezza estate, 1982

*****

• ...pressappoco come quella frase famosa che dice: L’amore va nel profondo, il sesso solo qualche centimetro.

Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

• L'amore penetra nel profondo, il sesso è solo questione di pochi centimetri.

(Love is very deep, but sex only has to go a few inches).

Stacy Nelk (Rita), in Pallottole su Broadway, Woody Allen, 1994

 

*****

• Nella semplicità si nasconde il divino.

Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

• Dio si nasconde nella semplicità, e si rivela poi allo stesso modo.

(God Hiding Himself in Simplicity, Then Revealing Himself in the Same)

William Marrion Branham, La Rivelazione dei Sette Sigilli, 1963

*****

• Ci sono due tipi di problemi nella vita. Quelli senza soluzione e quindi è inutile preoccuparsi e quelli che una soluzione ce l’hanno e quindi è inutile preoccuparsi.

Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

Se c'è una soluzione perché ti preoccupi? Se non c'è una soluzione perché ti preoccupi?

Anonimo, Detto  orientale attribuito ad Aristotele e altri - vedi: Citazioni errate)

*****

• Non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone della camicia. Tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza.

Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Chi sbaglia la prima asola non si corregge abbottonandosi.

Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

*****

• Amarsi è l’unica certezza per riuscire ad amare davvero gli altri.

Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

• Senza amare sé stessi non è possibile amare neanche il prossimo.
Hermann Hesse, Il lupo della steppa, 1927

*****

Le tue paure, le tue ansie sono dovute al fatto che tu esisti ma non vivi. Sei castrato nei sentimenti. Sei bloccato. Ti ricordi quella frase di Oscar Wilde? Diceva che vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, e nulla più.

Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

• Vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, e nulla più.

(To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all).

Oscar Wilde, L'anima dell'uomo sotto il socialismo, 1891

Il sapere dà dolore, il dolore dà sapere” avevo letto un giorno su un libro.

Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Sapere è soffrire, e soffrire dà sapere.
Eschilo, Agamennone, 458 a.e.c.

 

*****

• "Lo schiavo non è chi ha la catena al piede, ma chi non riesce più a immaginare una vita in libertà" come ho sentito dire un giorno da un poeta a un programma radiofonico.

Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Lo schiavo non è tanto quello che ha la catena al piede quanto quello che non è più capace di immaginarsi la libertà.

Silvano Agosti, Il discorso tipico dello schiavo (intervista radiofonica con Fabio Volo, 2008)

 

*****

C’è una frase famosa che dice: vivere come se morissi il giorno dopo, pensare come se non morissi mai.

Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

• Vivi come se tu dovessi morire subito. Pensa come se tu non dovessi morire mai.

Julius Evola (1898-1974 - cfr. Citazioni errate)

• Se volete un motto che vi ispiri e vi rafforzi, ricordate: Vivi come se tu dovessi morire subito. Pensa come se tu non dovessi morire mai.

Giorgio Almirante, Autobiografia di un fucilatore, 1973

 

*****

• La felicità non è che sia fare sempre quello che si vuole, semmai è volere sempre quello che si fa.

Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

• Il segreto della felicità non è di far sempre ciò che si vuole, ma di voler sempre ciò che si fa.

(The secret of happiness is not in doing what one likes, but in liking what one does).

 Lev Tolstoj, Pensieri inediti (attribuito anche a James Matthew Barrie)

 

*****

Al liceo avevo letto una frase e ora capivo veramente cosa intendevano i latini quando dicevano: "Porta itineris dicitur longissima esse", "la porta è la parte più lunga di un viaggio"; detto in parole povere, il primo passo è il più difficile da compiere.

Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

• Porta itineris dicitur longissima esse. (Si dice che la porta sia la parte più lunga di un viaggio).

Detto latino

 

*****

A volte trovavo frasi sottolineate da lui e le vivevo come se fossero delle parole che diceva a me. La prima frase sottolineata da Federico che ho letto me la sono imparata a memoria: "È ricercando l'impossibile che l'uomo ha sempre realizzato il possibile. Coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che appariva loro come possibile non hanno mai avanzato di un solo passo". Erano parole di Bakunin.

Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

• Cercando l'impossibile, l'uomo ha sempre realizzato e conosciuto il possibile, e coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che sembrava possibile non sono mai avanzati di un sol passo.

Michail Bakunin, Considerazioni filosofiche sul fantasma divino, il mondo reale e l'uomo, 1871

 

*****

Mi sentivo come il porcospino del racconto di Schopenhauer, quello che possiede molto calore interno e decide così la distanza da tenere.

Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

• Vedi il racconto integrale Arthur Schopenhauer: Il dilemma dei porcospini -  in Parerga e Paralipomena, 1851

 

*****

• Ciò che dai è tuo per sempre.

Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

• Ciò che tu dai è tuo per sempre, ciò che tieni è perso per sempre.

Omar Sharif, in Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, 2003

• Avrai sempre quelle sole ricchezze che avrai donate.

Marziale (I sec.)

 

Darei la vita per non morire.

Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

• Frase attribuita a Jim Morrison, e comunque nota su internet già diversi anni prima della pubblicazione del libro di Fabio Volo.

 

*****

• Il problema non è quanto aspetti, ma chi aspetti.

Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

• −Aspetta da molto?

 − Non importa quanto si aspetta, ma chi si aspetta.

Marilyn Monroe e Tony Curtis, in A qualcuno piace caldo, 1959

*****

Un giorno ho anche letto una frase che diceva: “Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare”.

Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

• Non si smette di giocare perché si invecchia, si invecchia perché smette di giocare.

(We don't stop playing because we grow old; we grow old because we stop playing).
Granville Stanley Hall, Adolescenza, 1904 (variamente attribuita anche a: George Bernard Shaw, Benjamin Franklin, Oliver Wendell Holmes o Herbert Spencer).

 

*****

Mentre camminavamo, mi era venuta in mente quella frase famosa che dice: “L’amore tra due persone non è guardarsi l’un l’altro, ma guardare tutti e due nella stessa direzione”.

Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

• Amore non è guardarci l'un l'altro, ma guardare insieme nella stessa direzione.
(Aimer, ce n'est point nous regarder l'un l'autre, mais regarder ensemble dans la même direction).

Antoine de Saint-Exupéry, Terra degli uomini, 1939

 

*****

Valeva sempre la frase famosa: “La vita non è ciò che ci accade, ma ciò che facciamo con ciò che ci accade”.

Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

• L’esperienza non è ciò che accade a un uomo, ma ciò che un uomo fa utilizzando ciò che gli accade.
(Experience is not what happens to a man; it is what a man does with what happens to him).
Aldous Huxley, Testi e pretesti, 1932

 

*****

• Nulla è più duraturo di una cosa provvisoria.

Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009

• Soltanto il provvisorio dura.

Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

• Nulla è più duraturo del provvisorio.
Luigi Sturzo, Sinistrismo economico, su Il Giornale d'Italia, 1955

 

*****

• Ogni muro è una porta

Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009

• Ogni muro è una porta. (Every wall is a door).

Ralph Waldo Emerson (1803-1882) (Citazioni errate)

 

*****

• L'importante è che provi a sorridere, anche quando ti sembra inutile. Non si sa mai che qualcuno possa innamorarsi del tuo sorriso.

Fabio Volo (Fonte sconosciuta)

• Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perché non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso.
(Nunca dejes de sonreír, ni siquiera cuando estés triste, porque nunca sabes quien se puede enamorar de tu sonrisa).

Frase da un testo anonimo attribuito erroneamente a Gabriel García Márquez e noto col titolo di 13 spunti per la vita

Condividi  

Volo bassoVolo basso
Sesso, spinelli e banalità: viaggio nelle cazzate che scrive Fabio Volo
Autore Lucio G. Bruto
Editore Kaos, 2012

Fabio Volo è un divo multimediale. È una presenza fissa in Tv, con i suoi programmi oppure come ospite. Da anni conduce una trasmissione radiofonica quotidiana per un'importante emittente. Come attore ha interpretato una decina di film. E soprattutto, è uno straordinario fenomeno editoriale: ha scritto sei libri di narrativa con milioni di lettori. Volo è il più eclatante fenomeno socioculturale dell'Italia berlusconizzata, e può essere ritenuto il più influente intellettuale italiano di oggi. Per questo gode di una particolare benevolenza da parte di tutti i media, pronti solo a celebrarne il successo. E chi si permette di criticare il merito dei suoi best sellers viene accusato di snobismo o invidia. In queste pagine si tratteggiano il personaggio Fabio Volo e le tappe del suo straordinario successo fatto di niente. Ma soprattutto si raccontano le sue opere librarie: fumettoni rosa con tanto sesso, operazioni commerciali di livello imbarazzante. Unico nutrimento culturale per milioni di lettrici teledipendenti.

Tutte le frasi di Fabio Volo

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su