Fabio Volo 

 

Fabio Volo

Calcinate 1972
Attore e scrittore italiano

Aforismario

 

Esco a fare due passi, 2001


C'è chi cerca l'altra metà della mela, io sto cercando ancora la mia mezza. Sono uno spicchio di me stesso.

 

Credo che chiunque non riesca a stare bene da solo non possa conoscere il vero amore; dubito sempre di chi dice "non posso vivere senza di te".

 

Questa è la differenza tra il sesso e l’amore: il sesso svuota, l’amore riempie. Che è pressappoco come quella frase famosa che dice: L’amore va nel profondo, il sesso solo qualche centimetro.

 

Si ha voglia dell’amore, anche se spesso ci accorgiamo di non avere delle buone carte, ma si ha voglia ugualmente di giocare, di rilanciare, per desiderio di un brivido maggiore, per il fascino del rischio, o anche semplicemente per l’idea di avere una gabbia da cui poter scappare.

 

Una donna che non sa fare il caffè per me può essere solo un’avventura.

 

Se nella mia vita il sesso è stato soprattutto una grande scopata, l’amore è stato spesso una grande inculata, ma è bello per questo.

 

Quanto dolore c’è nella vita, è vero, ma quanta vita c’è nel dolore?

 

Onestamente, la realtà cosa può fare? È un po' come quando vai a vedere il film del tuo libro preferito: una delusione.

 

Non ci si può fare niente, le persone che amano si finisce sempre per amarle. È una legge della natura.

 

A volte è il nostro talento che ci penalizza.

 

In tutto questo delirio di vita, la musica è una certezza. Farsi una canna la sera e ascoltarsi un cd in cuffia è ancora una cosa che si può catalogare sotto la “I” di impagabile.

 

Ogni giorno della vita è unico, ma abbiamo bisogno che accada qualcosa che ci tocchi per ricordarcelo.

 

Molti credono che la fantasia serva solo per sfuggire alla realtà, mentre quasi sempre serve per capirla e interpretarla meglio.

 

Le disgrazie e le gioie sono sempre dietro l’angolo.

 

Paura d'amare. Credo sia restare soli per paura di rimanere soli.

 

Innamorarsi è una droga, amare è una medicina.

 

Ci sono persone che da quando le conosci non smetti mai di volergli bene.

 

Nella semplicità si nasconde il divino.*

 

Ci sono due tipi di problemi nella vita. Quelli senza soluzione e quindi è inutile preoccuparsi e quelli che una soluzione ce l’hanno e quindi è inutile preoccuparsi.*

 

È una vita che ti aspetto, 2003


Nell'amare ci può anche essere una fase di innamoramento, ma non sempre nell'innamoramento c'è vero amore.

 

Le donne sono belle da respirare.

 

Nell'arco della vita puoi incontrare un sacco di persone e di qualcuna diventare veramente amico. Ma chi ha passato con te il periodo dell'adolescenza conserva un posto speciale. Forse più ancora dei compagni dell'infanzia.

 

Solitamente, in una vera storia d'amore, la persona con cui stai è lo specchio migliore per vedere i tuoi difetti e i tuoi limiti.

 

Forse la libertà non è nemmeno poter fare ciò che si vuole senza limiti, ma piuttosto saperseli dare. Non essere schiavi delle passioni, dei desideri. Essere padroni di se stessi.

 

Rinunciare a se stessi, non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone della camicia. Tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza. Amarsi è l’unica certezza per riuscire ad amare davvero gli altri.

 

Tutto è neutro. Sei tu che dai il sapore alle cose, incontrandole.

 

Le donne sono come fiori: se cerchi di aprirli con la forza, i petali ti restano in mano e il fiore muore. Perché solamente con il calore si schiudono. E l’amore e la tenerezza insieme sono il sole per una donna.

 

Pare che i notai guadagnino molto perché hanno dovuto studiare parecchio. Sembra che quel parecchio sia a spese nostre. Forse pensano che, quando loro stavano studiando, noi eravamo in giro a non fare un cazzo.

 

Se vuoi essere felice, se vuoi essere libero, impara ad amare. Ad amare, e a lasciarti amare.

 

Ci sono cose che non puoi spiegare. Sono cose che puoi capire solo vivendole.

 

Lo schiavo non è chi ha la catena al piede, ma chi non riesce più a immaginare una vita in libertà.*

 

Un posto nel mondo, 2006


La bellezza non è altro che la promessa che ognuno di noi ha di diventare se stesso.

 

Il contrario dell'amore non è l'odio. L'odio è assenza d'amore, così come il buio è assenza di luce. L'opposto dell'amore è la paura.

 

Amare veramente una persona significa anche gioire della sua felicità altrove.

 

Fai vedere al tuo sogno che veramente ci tieni a incontrarlo, senza pretendere che lui faccia tutta la strada da solo per arrivare fino a te, poi le cose accadono. I sogni hanno bisogno di sapere che siamo coraggiosi.

 

Chi non si ama può darsi a chiunque. L'amore per sé è il ponte necessario per arrivare all'altro.

 

In qualsiasi momento della vita si può prendere in mano le redini e cambiare il proprio destino.

 

Ognuno di noi è fatto da tanti se stesso e non solamente da uno. Diciamo che siamo come un'assemblea condominiale composta da tante persone diverse.

 

Forse è vero che quando una persona se ne va continua a vivere dentro di noi: bisogna ospitarla nella propria intimità costringendosi quasi a donarle la vita più felice che si può.

 

La prima cosa che due persone si offrono stando insieme dovrebbe essere un sentimento d'amore verso se stessi. Se non ti ami tu, perché dovrei amarti io?

 

Ogni cammino è personale e si deve fare soli: in due è una scampagnata.

 

L'età delle donne la si può solamente percepire osservandole nei loro molteplici cambiamenti. Non sono mai la stessa cosa. Le donne non sono la somma di anni ma di attimi.

 

Le cose non si vedono per ciò che sono ma per ciò che sei!

 

Spesso l'odio è solamente l'ombra di qualcos'altro. L'odio appartiene ad attimi di impotenza.

 

Pensare a se stessi non è egoismo. Egoismo semmai è occuparsi solo di se stessi.

 

Ci amiamo ma ognuno di noi appartiene a se stesso, per questo ci desideriamo. Come si può altrimenti desiderare una cosa che si ha? Le persone non si possono possedere, si può solo averne l'illusione.

 

Gli infelici valutano costantemente gli altri, criticano continuamente il loro comportamento e spesso su di loro sfogano il proprio personale malessere o fallimento.

 

La felicità non è che sia fare sempre quello che si vuole, semmai è volere sempre quello che si fa.*

 

Il giorno in più, 2007


Spesso si vive come se fosse per sempre e ci si dimentica degli attimi.

 

Le persone che non si conoscono bene diventano nella nostra testa più interessanti, ciò che noi vogliamo che siano. Come le persone che si incontrano al semaforo: dopo averti sorriso, scatta il verde e partono. Si ha la sensazione che siano quelle che stavamo cercando da anni.

 

La vecchiaia è un posto dove vivi di ricordi. Per questo, quando sei giovane, vivi creandotene di belli.

 

Spesso ciò che è meglio non è quello che fa stare bene.

 

Vietato dire "per sempre". Il per sempre è un'illusione. Troppo comodo, noi siamo per l'adesso.

 

Può anche succedere che una persona ti ami e tu non te ne accorga. Ma quando una che ti ha amato smette di farlo è impossibile non accorgersene.

 

Forse le cose spaventano quando non si capiscono, perché se non capisci non controlli.

 

Morire è una vera stronzata. Darei la vita per non morire.*

 

Ciò che dai è tuo per sempre.*

 

Vale sempre la frase famosa: "La vita non è ciò che ci accade, ma ciò che facciamo con ciò che ci accade".*

 

Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare.*

 

Il problema non è quanto aspetti, ma chi aspetti.*

 

Il tempo che vorrei, 2009


A volte succede che amiamo una persona più per il bene che le abbiamo fatto che per quello che ha fatto a noi.

 

Nulla è più duraturo di una cosa provvisoria.

 

Non stare più con la persona con cui vorresti stare significa semplicemente tornare indietro. Guardare indietro molto più che avanti. È un viaggio che fai appoggiato alla ringhiera di poppa, non di prua.

 

A volte anche quando non ci si ama più e ci si rende la vita impossibile a vicenda si continua a essere gelosi. E non ci si lascia solo per impedire ad altri di avvicinarsi.

 

Rubare è un po' alla base di qualsiasi lavoro creativo.

 

Come vampiri, i creativi succhiano il sangue da qualsiasi forma di vita. Sentono per caso una parola, una frase o un concetto e, come una lampadina che si accende, si accorgono che era proprio quello che stavano cercando. E non pensano che stanno rubando, pensano che sia semplicemente lì per loro.

 

La vita non è in garanzia. Non è una lavatrice che se si rompe qualcuno te la ripara.

 

Leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentimenti. È un'apertura dei sensi verso il mondo, è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e che rischiano di non essere viste.

 

Non sforzarti di essere ciò che non sei, ma lotta per rimanere ciò che sei.

 

Vivere è l'arte di diventare quello che si è già.

 

I personaggi, le frasi e le parole trovate nei libri sono come ponti che ti permettono di spostarti da dove sei verso dove vuoi andare, e quasi sempre è un ponte che unisce il tuo vecchio io a quello nuovo che ti attende.

 

Nessuno può entrare nella solitudine di un altro.

 

L'amore è come la morte: non si sa quando ci colpirà.

 

Solitamente le persone che fingiamo di amare imparano ad accontentarsi, forse perché, anche se l'amore che si riceve non è vero, è però vera l'offerta, l'intenzione.

 

La scuola quasi sempre non premia le persone intelligenti, piuttosto quelle con buona memoria. Avere buona memoria non significa essere intelligenti.

 

È curioso come nelle grandi città vieni giudicato per ciò che fai, in provincia per ciò che sogni di essere.

 

Ci sono donne alle quali è meglio non chiedere nulla perché ti direbbero comunque di no. Perché dicono di sì solo a chi non chiede.

 

Stare con tante donne alla fine è solo un buon metodo per stare soli.

 

Il talento è un dono, ma il successo è un lavoro.

 

Il coraggio di rischiare è il metro per misurare le persone.

 

Più bello dell'eterno sono gli attimi di eternità.

 

Le prime luci del mattino, 2011


Ci sono momenti in cui la vita regala attimi di bellezza inattesa. Smetti di fare una cosa e ti accorgi che attorno a te tutto è perfetto, il dono di un Dio meno distratto del solito.

 

Ci sono giorni però in cui tutto mi stanca, anche le cose non fatte.

 

Ogni donna dovrebbe incontrare un uomo che la prenda per mano e la guidi verso la propria intimità. Un uomo in grado con un solo abbraccio di riconsegnarti una vita intera.

 

“Costruire un rapporto”: quante volte ho sentito questa frase. Ma i rapporti non si costruiscono, si vivono e nel viverli si rafforzano.

 

È impossibile rinunciare alla felicità, si può solo se non la si è mai conosciuta.

 

Forse c’è qualcosa di peggio dei sogni svaniti: la non voglia di sognare ancora.

 

Quando stai con qualcuno, non puoi chiedergli garanzie, perché non puoi chiederle neanche a te stesso. L’amore è un rischio che una persona si assume. Per questo il vero amore è per i coraggiosi.

 

Concediti un errore: lo spazio di un errore è uno spazio di crescita.

 

Nessuno ti cambia facendoti diventare una cosa che non sei, ti cambia portando alla luce una parte di te che non conoscevi ma che ti appartiene. Si cambia diventando una persona che si è già.

 

Incredibile come cambia tutto quando incontri la persona che ami, incredibile quanto velocemente quella persona ti possa bastare.

 

Se ci si ama si impara ad amare.

 

Per quanto un sogno sia bello prima o poi ci si sveglia.

 

La strada verso casa, 2013


Servono coraggio e forza per accogliere quello che ci fa stare bene quando abbiamo costruito un’intera vita sullo stare male.

 

Un vecchio rocker nostalgico gli aveva detto che i giovani d’oggi sono una generazione di sfigati: mangiano male, scopano male, si drogano male e ascoltano musica di merda, e anche quella la ascoltano male. Nei loro iPhone.

 

Oggi la promessa, così come gli oggetti, è meno eterna, tutto dev’essere consumato e non conservato, se una cosa non funziona la si butta e se ne prende un’altra. Quella del padre invece era una generazione in grado di riparare ciò che si guastava.

 

L’altro giorno sono passato davanti alla piazzetta dove ci si trovava il pomeriggio e non c’era nessuno. Dove sono i ragazzi adesso? A casa su Facebook.

 

La gente ama le persone interessanti, non quelle buone.

 

Ci pensi mai che le donne non lo immaginano neanche che un sacco di uomini si masturbano pensando a loro? Uomini di cui non sanno nemmeno l’esistenza.

 

Le notti in cui rimani sveglio a fare l’amore, chiacchierare e ridere fino all’alba, in cui ci si confessano cose intime, cose di cui ci si è sempre vergognati. Sono le notti in cui ti senti così vicino che nessuna distanza ti separa dalla persona al tuo fianco. Si è complici in tutto.

 

Le notti in cui la bellezza dilata il tempo, in cui il presente è così perfetto e lo si indossa così bene che si cominciano a fare promesse, giuramenti, patti, perché quella bellezza fa sentire dentro di sé una spinta verso il futuro.

 

Quelle notti in cui è giorno all’improvviso e si rimane stupiti. E senti che hai fame, fame di tutto: pane, burro, marmellata, soprattutto fame di Vita. In quelle notti è tutto così bello e si è così felici che, quando ci si gira su un fianco per addormentarsi, in qualche angolo profondo di sé si avverte una punta di dolore. Un dolore primordiale, ignoto, che appartiene a tutti.

 

Sarò lì prima ancora che tu cada per afferrarti in tempo.

 

Quando una donna vuole una cosa tremano le montagne, si muovono le maree, quando una donna vuole un uomo trema l’universo intero.

 

Può esistere al mondo un posto sereno per una persona che non si è sentita a suo agio a casa sua?

Condividi  

 

Libri di Fabio Volo

Esco a fare due passi Esco a fare due passi
Editore Mondadori

Come un bambino, del tutto privo di pudori e inibizioni, Fabio Volo ci accompagna in un divertente viaggio nell'universo giovanile. Sesso, canne, musica, amicizia e tanta voglia di mettere a nudo la parte di noi che teniamo nascosta, con la polvere, sotto il tappeto.

 

È una vita che ti aspettoÈ una vita che ti aspetto
Editore Mondadori

Il percorso di Francesco è quello di molti ragazzi d'oggi, che si accorgono di esistere senza vivere davvero, come se mancasse loro qualcosa, e un giorno decidono che così non va.

 

 

Il tempo che vorreiIl tempo che vorrei
Editore Mondadori

Forse diventare grandi significa imparare ad amare e a perdonare, fare un lungo viaggio alla ricerca del tempo che abbiamo perso e che non abbiamo più. È il percorso che compie Lorenzo, un viaggio alla ricerca di se stesso e dei suoi sentimenti, quelli più autentici, quelli più profondi.

 

di Fabio Volo Vedi anche

Frasi fatte e rifatte

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su