Georges Bernanos 

 

Georges Bernanos

Parigi 1888 - Neuilly-sur-Seine 1948
Scrittore francese

Citazioni dalle opere

Aforismi e citazioni - Aforismario

 

L'impostura


L'Imposture, 1927

 

L'orgoglio non ha niente di proprio; altro non è che il nome dato all'anima che divora sé stessa. Quando questa sconcertante perversione dell'amore ha dato il suo frutto, essa porta ormai un altro nome, più ricco di senso, sostanziale: odio.

 

Noi altri francesi


Nous autres Français, 1939

 

L'uomo può guarire da tutto, non dall'uomo.

 

I veri nemici della società non sono quelli che essa sfrutta o tiranneggia, ma quelli che umilia. 

 

Le democrazie non possono fare a meno di essere ipocrite più di quanto i dittatori possano fare a meno di essere cinici.

 

La Francia contro i robot


La France contre le robots, 1947

 

Un mondo dominato dalla forza è un mondo abominevole, ma il mondo dominato dal numero è ignobile.

 

La grande disgrazia, l'unica disgrazia di questa società moderna, la sua maledizione, è che essa si organizza visibilmente per fare a meno della speranza come dell'amore; immagina di supplirvi con la tecnica, aspetta che i propri economisti e i propri legislatori le forniscano la doppia formula di una giustizia senza amore, di una sicurezza senza speranza.

 

I dialoghi delle Carmelitane


Dialogues des carmélites,  1949 (postumo) 

 

Bisogna saper rischiare la paura come la morte, il vero coraggio è in questo rischio.

 

Un ventre di miserabile ha più bisogno d'illusioni che di pane.

 

La libertà, perché?


La liberté, pour quoi faire?, 1953 (postumo)

 

Il pessimista e l'ottimista hanno in comune il fatto di non vedere le cose così come sono: l'ottimista è un imbecille felice, il pessimista un imbecille infelice.

 

L'ottimismo è un surrogato della speranza, di cui la propaganda ufficiale si riserva il monopolio. Approva tutto, subisce tutto, è per eccellenza la virtù del contribuente.

 

L'ottimismo è una falsa speranza ad uso dei vili e degli imbecilli.

 

La speranza è un rischio da correre. È addirittura il rischio dei rischi.

 

La speranza è una virtù, virtus, una determinazione eroica dell'anima. La più alta forma della speranza è la disperazione vinta.

 

Corrispondenza


Correspondance, 1904-1948 (postumo 1971/83)

 

La peggiore disgrazia che possa capitare ad un uomo è essere soddisfatto di sé.

 

Niente giustifica la tristezza: soltanto il diavolo ha ragioni per essere triste.

 

Pensieri, parole, profezie Pensieri, parole, profezie
Autore Georges Bernanos
Curatore M. A. La Barbera
Editore Paoline Editoriale Libri, 1996

"Mi sono sempre sforzato di svegliare quelli che dormono e di impedire agli altri di addormentarsi". In questa frase c'è tutto l'impegno con il quale Bernanos ha sempre cercato di smascherare le false certezze e di dire una "parola libera" sui valori autentici della vita. Profondo conoscitore dell'animo umano, attento osservatore del proprio tempo, Bernanos parla con immutata forza al lettore di oggi, rivelandosi spesso un profeta perspicace.

di Georges Bernanos vedi anche:

Citazioni dalle opere - Diario di un curato di campagna

 I grandi cimiteri sotto la luna

 

Citazioni per autore - Citazioni per argomento

Home-Page - Avvertenze - Contatti - Torna su

 Facebook - Twitter