Aforismario - Orizzonti sul web

 
 

Aforismario® è un sito di riferimento per tutti gli appassionati di aforismi e altre forme letterarie brevi. Aforismario si distingue da molti altri siti dello stesso genere per diverse caratteristiche che puoi leggere nella pagina di Presentazione. Qui di seguito, sono riportate alcune delle principali sezioni del sito; attraverso una loro rapida consultazione, puoi trovare agevolmente le frasi che più corrispondono ai tuoi interessi. In alternativa, è possibile effettuare una ricerca veloce tra le migliaia di pagine di Aforismario digitando nella casella posta qui in alto il termine desiderato (un argomento, un autore, un libro, ecc.). Buona lettura da Aforismario – molte cose in poche parole.

27 gennaio Giorno della Memoria

Commemorazione delle vittime della Shoah

"All’uomo nel Lager si può prendere tutto, eccetto una cosa: l’ultima libertà umana di affrontare spiritualmente, in un modo o nell’altro, la situazione imposta".

Viktor Frankl, Uno psicologo nei lager, 1946

Riflessioni sull'Olocausto

AutoriAutori

In questa sezione sono elencati gli autori e le opere da cui sono state tratte le citazioni più significative. Si tratta di personaggi noti e meno noti di tutto il mondo e di tutte le epoche, appartenenti sia al mondo dell'arte e della cultura (scrittori, filosofi, poeti, scienziati, ecc.), sia al mondo dello sport e dello spettacolo (attori, registi, calciatori, ecc.).

 

ArgomentiArgomenti

Aforismario contiene migliaia di pagine di riflessioni dedicate ad altrettanti argomenti. Per accedere a un determinato argomento, digita il termine prescelto nell'apposita casella di ricerca presente all'inizio di ogni pagina. Nel caso (raro) in cui un determinato tema al quale si è interessati non dovesse essere presente nel sito, puoi segnalarlo ad Aforismario per un'eventuale aggiunta, attraverso l'email indicato nella pagina dei contatti.

 

Frasi per ogni occasioneFrasi per ogni occasione

Nel caso in cui non si riescano a trovare le parole giuste (o non se ne abbia il tempo) per scrivere i propri messaggi di auguri, in questa sezione si troveranno tantissimi esempi dai quali poter prendere spunto in molte e diverse circostanze: feste tradizionali (Natale, Pasqua, Capodanno, ecc.); ricorrenze personali (compleanno, onomastico, anniversario, ecc.); cerimonie varie (battesimo, comunione, matrimonio, ecc.); giornate speciali (Giornata della Donna, Festa degli Innamorati, Festa della Mamma e del Papà, ecc.). Inoltre, come se non bastasse, si troverà tutta una serie di frasi utili in diverse situazioni di vita pratica: per ringraziare, per scusarsi, per augurare buon viaggio, per tatuaggi, ecc.

 

Scrittura breveScrittura breve

In questa sezione sono trattate una gran quantità di forme letterarie brevi, che costituiscono l'oggetto principale del sito Aforismario. Tra le forme più importanti vi è, ovviamente, quella dell'aforisma, sul quale si possono leggere diversi articoli che ne trattano la storia e le caratteristiche; sono ricordati, inoltre, gli aforisti più noti di tutto il mondo e di tutte le epoche, compresi i contemporanei, ai quali sono offerti spazi gratuiti per la promozione delle loro opere. Oltre all'aforisma, si troveranno diverse pagine dedicate anche al proverbio, tra le più rilevanti espressioni della saggezza popolare; allo slogan nei suoi diversi ambiti: pubblicitario, politico, sociale, ecc.; all'epitaffio, al calembour e ai giochi di parole; all'aneddoto e persino alle scritte sui muri.

 

Mondo CinicoMondo Cinico

In questa che è la sezione più controversa di Aforismario, sono raccolte frecciate velenose e massime irriverenti contro tutto e contro tutti. Come dice Ambrose Bierce (che era uno che se ne intendeva), il cinico è un mascalzone che, a causa di un difetto alla vista, vede le cose come realmente sono e non come dovrebbero essere. In alcuni casi, dall'occhio cinico di questi "perfidi" autori sono presi di mira aspetti del mondo che ci circonda su cui molti si troveranno d'accordo (la politica, la stupidità, ecc.); in altre circostanze, il bersaglio è costituito da valori ritenuti intoccabili (come la famiglia, la religione, l'amore, ecc.), il che farà storcere il naso a molti altri. In ogni caso, entrando in questo "mondo cinico" se ne uscirà – sempre che si riesca a uscirne – con l'acquisizione di una grande lezione su come esercitare il proprio senso critico, guardando le cose del mondo senza farsi imbrigliare dalle convenzioni e oltre il velo delle rosee apparenze in cui spesso sono avvolte.

 

Citazioni errateCitazioni errate

Su internet esistono decine di siti di aforismi e citazioni in lingua italiana, ma quanti pongono la dovuta attenzione alle fonti bibliografiche e alla verifica degli autori? Dal numero delle citazioni errate che circolano sul web e rilevate da Aforismario, si direbbe assai pochi. Molte di queste frasi, infatti, sono attribuite ad autori sbagliati o sono riportate in modo infedele, cioè con aggiunte o tagli arbitrari al pensiero originale dell'autore. In molti casi si tratta di vere e proprie "citazioni-bufala", cioè frasi di autori anonimi attribuite a qualche grande personaggio per dargli maggiore autorevolezza e credibilità, e messe in circolazione sul web, dove si diffondono in maniera spesso virale, ovviamente con il contributo di tutti quei siti di aforismi che, essendo specialisti in questo determinato campo, dovrebbero perlomeno vagliare le citazioni false da quelle autentiche. Accade invece che una frase di questo tipo pubblicata sui social network, venga poi copiata meccanicamente di sito in sito, e si leggono così frasi insulse o banali – raramente decenti – attribuite ad Albert Einstein, William Shakespeare o Dante Alighieri. Il bello, per modo di dire, è che tali "citazioni-bufala" si stanno diffondendo sempre più anche nei libri, in quanto molti autori, ingenuamente, attingono dal web le citazioni di cui hanno bisogno per impreziosire i loro scritti. È divertente notare come in certi casi l'autore, con malcelato orgoglio, a un certo punto delle sue argomentazioni inserisca una di queste presunte citazioni d'autore con la tipica frase: "Come disse il grande scrittore Tal dei Tali...", e magari si tratta di un giovane sconosciuto a cui, chissà come, un giorno venne un bel pensiero, e consapevole del fatto che a nessuno sarebbe interessato né leggerlo né tantomeno condividerlo, l'attribuì a un personaggio famoso per dargli la spinta giusta prima di gettarlo nel mare del web. Tutto ciò rientra in un fenomeno abbastanza tipico che possiamo chiamare "aura dell'autore famoso": un pensiero che riporti la firma di uno sconosciuto sarà apprezzato e condiviso da un numero di persone assai minore rispetto al medesimo pensiero attribuito a un autore noto o presunto tale. Quest'ultima precisazione non è di poco conto, in quanto non è necessario che l'autore esista davvero, basta affibbiare alla frase un nome straniero qualunque e la maggior parte delle persone, che non si cura certo di andare a verificare, lo riterrà già per questo presumibilmente noto e dunque degno di fiducia. Così va il mondo della citazione. Gli esempi, come si è detto all'inizio, sono molti e sono tutti raccolti nell'apposita sezione di citazioni errate. Qui se ne riportano soltanto due tra i più eclatanti che sono stati approfonditi da Aforismario. Il primo esempio si riferisce a una citazione diffusissima su internet e attribuita al "povero" Dante Alighieri: "Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini"; ora, pur sorvolando sulla banalità della frase e sullo stile moderno con la quale è esposta, basterebbe verificare tra le opere di Dante se la frase esiste davvero, o perlomeno aprire la Divina Commedia (chi non ne possiede una copia?) nella quale, secondo alcuni, si troverebbe questo verso, per rendersi conto che non si trova da nessuna parte. Ma vuoi mettere una bella citazione di Dante sul proprio profilo facebook? Si passa, a buon mercato, per persone colte e animi sensibili alla poesia. Il secondo esempio è ancora più divertente perché, probabilmente, è frutto di un equivoco: "Gran brutta malattia il razzismo. Più che altro strana: colpisce i bianchi, ma fa fuori i neri". Questa frase è attribuita, ma solo in Italia, ad Albert Einstein (tra gli autori cui vengono attribuite il maggior numero di frasi "orfane" insieme a Jim Morrison e Oscar Wilde). Ebbene, in realtà si tratta di una battuta del semisconosciuto disegnatore satirico Alberto Cottin, che firma le sue opere col nome d'arte "Albert". Già capito vero? Da "Albert" ad "Albert Einstein" il passo è breve, molto breve, e per effetto dell'aura dell'autore famoso di cui sopra, ecco che la frase viene condivisa da migliaia di persone che possono fregiarsi di una geniale citazione dell'amato Albert... Albert Einstein, ovviamente.

 

Autori ineditiAforismi inediti

Se ami non soltanto leggere aforismi, ma anche scriverne, inviali ad Aforismario per un'eventuale pubblicazione sul sito. Visita la sezione dedicata agli autori esordienti: troverai tutte le informazioni necessarie sulle modalità per inviare i tuoi aforismi e qualche prezioso consiglio su "come" scriverli nel caso tu stia cominciando ad appassionarti a questa forma di scrittura soltanto adesso. Agli autori che riescono a pubblicare sul sito Aforismario almeno cento aforismi scritti di proprio pugno, è dedicata un'intera pagina gratuita.

 

NovitàPromuovi il tuo libro su Aforismario

Se hai pubblicato un libro e desideri dargli maggiore visibilità, puoi chiedere uno spazio su una o più pagine del sito Aforismario che trattano l'argomento del tuo libro. Se ad esempio hai scritto un romanzo d'amore, puoi chiedere uno spazio nelle pagine che raccolgono le citazioni sull'amore; oppure, se hai scritto un saggio di psicologia puoi chiedere uno spazio in una o più pagine che trattano temi simili, e così per qualunque altro tipo di argomento trattato dal tuo libro. Per maggiori informazioni, clicca sul link in alto: Promuovi il tuo libro su Aforismario!

Giovanni Soriano: Malomondo

Scrivere, per quanto mi riguarda, è un atto di violenza, è tirar sassi contro mulini a vento; è condurre, in fiera e completa solitudine, un’estenuante guerriglia contro nemici invisibili con l’intima consapevolezza d’essere, comunque, perdente...

 

Mappa del sitoMappa del sito

Un'utile mappa per avere un quadro generale del sito, con collegamenti a tutte le sezioni principali, per orientarsi in maniera agevole tra le migliaia di pagine di Aforismario.

Aforismario® - Orizzonti sul web © 2009-2015
Sito di riferimento per tutti gli appassionati di aforismi
Partita IVA: 03318400797

Utilizzando il sito accetti l’uso di cookies per risultati personalizzati e pubblicità.

 Informazioni su diritto d'autore, privacy e cookie - Contatti - Torna su